...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


sabato 27 maggio 2017

Films

Finita l epoca di Ken Loach e dei fratelli Dardenne? Non finita seppure il film di denuncia sociale non riscuote più il favore di una volta..i loro ultimi film sono piaciuti, nel senso che hanno saputo esprimere compiutamente con un prodotto artisticamente riuscito ciò che volevano..mi riferisco a Io Daniel Blake, ed a La ragazza senza nome.
Anche in Italia c è un genere che sta prendendo sempre più piede e che coglie nel segno, forte ed incisivo ...Seppure non di denuncia sociale è negli strati più popolari ed urbani da cui prende spunto e si sviluppa, con film tipo Non essere cattivo, Sole cuore amore, e, visto stasera, Fiore.
C è tanto delle terribili periferie urbane, e di quella principe, la degradata periferia romana e il degradatissimo litorale romano, che a breve distanza dalle meraviglie architettoniche di questa imperiale città sconcerta per le rovine post boom edilizio. Il nulla dopo il disastro, dopo la deflagrazione immobiliare oramai spenta che ha lasciato solo monconi spezzoni di muri ed urbanizzazioni approssimate.

Del resto solo la vita di chi combatte aspramente può essere interessante, viva e piena di colpi di scena ! E sempre così in bilico sull orlo del precipizio, la rovina sempre incombente è probabile di vite vissute al limite, strappate ogni giorno al disastro..

Vite che danno scariche di adrenalina continue..mica come quelle vite da ricchi annoiatissimi che non si emozionano più.


2 commenti:

antonypoe ha detto...

naturalmente non concordo :)
la vita è sempre emozionante e interessante. questo naturalmente non si traduce automaticamente nel vissuto di ciascuno. buon giorno

nellabrezza ha detto...

"naturalmente" !!