...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 4 maggio 2017

Barbhar film


un film che mi ha fatto venire voglia di dibattito...
pessima traduzione del titolo originale "Tra terra e mare"..

Mi ha fatto riflettere che fumare è un gesto che dà, che ha sempre dato, la sicurezza e la forza di essere ribelli. Un gesto che è ribellione, che afferma che ci si sta ribellando.
Per le donne, sempre per le donne. Un film di donna su donne. Che ad ogni latitudine ogni religione tenta di sottomettere, di irregimentate, di controllare. Con qualsiasi mezzo ahimè.

7 commenti:

Farfalla Legger@ ha detto...

Prendo nota, chissà che non mi capiti di vederlo
Ciaociao

antonypoe ha detto...

fumare per me era ed è un piacere

Larissa ha detto...

Fumare? Fumi tu?

antonypoe ha detto...

fumavo. anche ora ogni tanto. ma sempre una scelta e un piacere. che dipende molto dalle condizioni fisiche

nellabrezza ha detto...

per queste ragazze è, come per le ragazze mie coetanee fu, un mezzo per affermare la propria emancipazione, la propria ribellione.

nellabrezza ha detto...

ma se non vedete il film dubito che capirete..

antonypoe ha detto...

posso capire benissimo. del resto non è molto diverso. per noi furono esperienze e, allo stesso tempo, forme di affermazione