...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 27 aprile 2017

Film La tenerezza

La tenerezza di Gianni Amelio.

Mi è piaciuto molto si.

Non lo racconto no, bisogna vederseli i films, al cinema !!
Telefonare agli amici, risentire le amiche, invitarle, portarle.
Proporre il cinema, uscire, parlare, dopo il film.

Scrivo solo qualcosa che dice qualcuno in questo film : "Il problema non è arrivare, ma tornare. Imparare ogni volta ad amare, di nuovo. Avere il coraggio di riconoscersi fragili, e quindi generosi nella tenerezza."

Il regista tocca corde profonde...il disagio di essere padri.
Delicato e violento, perché si aggira nell animo umano.

Vedetevelo, poi ne riparliamo.

Castrovalva


lunedì 24 aprile 2017

Due giorni

Due giorni in campagna... e tornata in città mi sento la testa "vuota" ...non saprei dire se sia un bell effetto. Forse si.
Comunque domani mi immergo di nuovo. Nella natura.
L impegno civile non mi attira più, sebbene il 25 aprile sia una data importante...che in precedenza, nei miei anni giovanili ho sempre vissuto.
Beh pazienza...ci vuol anche leggerezza ogni tanto.
A presto.

sabato 22 aprile 2017

Prima

Prima del contest, la cena con contest di stasera- una associazione enogastronomica a km zero che ha ideato una gara di cultura generale tra i tavoli, nel corso di una cenetta genuina di prodotti tipici del Lazio - saremo due tavoli di amici in competizione tra di noi e con gli altri!! .. vado a rilassarmi un po' con le Square Dances, di origine nordamericana e rurale. Niente faticose, c è il commander che ti ordina cosa fare😉👍🏼.

Per entrambi gli eventi non è la mia prima volta...ma gli amici del contest mi si litigheranno già lo so.. si è diffusa la voce insomma.. da parte di un ammiratore giovane ed entusiasta.
Comunque sarà una cena molto divertente!!!

Vabbè vado va!!


venerdì 21 aprile 2017

2770

"Il 21 aprile 753 a.C. Romolo uccide Remo e fonda la città di Roma. 

La data è così importante da diventare l’inizio della cronologia romana: viene fissata dall'astrologo Lucio Taruzio. Il primo a far celebrare l'anniversario di Roma nel 47, ottocento anni dopo la presunta data della fondazione, è l’imperatore Claudio. 

Il compleanno di Roma viene ufficializzato nel 1870 quando per la prima volta fu istituita come festa per tutto il Paese. Con il passare degli anni assume una connotazione simbolica, una sorta di sacralità del culto di Roma rimettendo nuovamente in risalto la grandezza della città. 
Durante il periodo fascista Benito Mussolini la trasforma nella festa dei lavoratori per celebrare la romanità e per far dimenticare alla popolazione la festa del primo maggio. Caduto il regime, il 21 Aprile torna a essere un giorno come gli altri, non per i romani, ovviamente.

Quest'anno il Campidoglio festeggia il 2770^ Natale della città con quattro giorni di iniziative dal 20 al 23 aprile: il 21 aprile, musei civici e aree archeologiche gratis per tutti (escluso il Planetario e gli spazi espositivi dell’Ara Pacis e del Museo di Roma).

la magia

la magia del cinema per me non finisce e non finirà mai.

non ho approfondito i motivi per cui a fronte di centinaia di films, forse migliaia, di films visti
ancora accorro trepidante nella sala buia, che mi attrae ancora inesplicabilmente (c'è chi l'ha paragonata ad un utero materno...)

sarà il rivivere le emozioni che ci spinge.

verso il cinema, verso il teatro, verso la lirica.

sicuramente è questo: rivivere e rivivere ciò che abbiamo vissuto. anche molto tempo fa. anche nell'infanzia.

come il sapore dello yogurt la prima volta che lo assaggiai, da piccolissima...che stamattina
ho rivissuto per un breve attimo. il ricordo è tornato per un brevissimo attimo.


mercoledì 19 aprile 2017

e ne arrivano

e stanno per arrivare  altri ...ben 4 giorni di ferie obbligatorie. ponte obbligatorio e non ho organizzato niente...ma per la testa mi frullano due belle cose: una mostra di peonie e un trekking tra le gole di un fiume.. direi che due su quattro giorni possano bastare. forse anche una se ben fatta..
posterò le foto magari. la bellezza parla attraverso le immagini. come questa:




o questa? : 


venerdì 14 aprile 2017

martedì 11 aprile 2017

oggi è solo martedì...epppure

iniziato nuovo libro

pagata bolletta scaduta 

fatto il bonifico per le mandorle del GAS

riscosso due quote mandorle da due persone diverse

organizzato domani sera al cinema con G

fatti gli auguri a S 

fatta traduzione dal francese

organizzato pranzo con F

cancellato pranzo con E

tutto stamattina tra una telefonata e centinaia di citofonate…


più il caffè e la telefonata a mammà…e le decine di messaggi degli
amici della chat.

mi sembra di non avere niente da fare adesso.
mi sembra che sia già domani.


vado troppo di corsa accidenti. non riesco a fermarmi ! o comunque a rallentare !!forse perché tra pochi giorni è festa ?

giovedì 6 aprile 2017

angeli ?

Premetto che non sono assolutamente credente.

Ma mi è accaduto più di una volta di incontrare delle persone che mi sono state necessarie in un particolare momento di difficoltà, incontrate assolutamente per caso, per coincidenza fortunata.

Forse erano angeli...

martedì 4 aprile 2017

Olii

Sono geneticamente predisposta più per l'olio da condire.
quello non mi manca mai...

Il mezzo di trasporto è una conquista recente.
Del mio genere umano, quello femminile.

Lo dico a mia discolpa. Perché stavo per fondere il motore dell'auto ah ah !

Per fortuna una mente maschile ci ha pensato per me!! 

Ecco perché si ha bisogno dei maschietti, noi femminucce...


lunedì 3 aprile 2017

Quasi un rito

Curare la propria alimentazione è prendersi cura di se... così oggi che si sta attenti a scegliere cibi sani e naturali e biologici significa anche voler curare se stessi.
Riavvicinarsi alla natura.
Oggi delle erbe di campo scelte e raccolte da me, lessate e poste su un letto di pane integrale con semi e condite con dell olio extra vergine di olivo soltanto...mi è sembrato un cibo sacro.
Oltre che buono e sano.
In vicinanza della Pasqua non sarebbe male un piccolo digiuno depurativo...

venerdì 31 marzo 2017

nel web...

il web non è un magma indistinto.
come il genere umano, del resto.
ci sono molti tipi diversi di persone...

un tempo ciò che ci spingeva era l'estrema libertà di espressione..a quanto pare anche ora.
si vede dalle tante discussioni troppo accalorate che a volte - senza soluzione - intasano l'area
dei commenti.


nulla mi trova più in disaccordo del perdere tempo in diatribe sterili ed inutili.
tanto ognuno rimane come è.

perciò vado a dedicarmi al weekend imminente, imminentissimo direi !!!

bboniii, state bboonii !!! ..come diceva il buon Fabrizi !!!! :-)))

mercoledì 29 marzo 2017

dal web..

"La teoria al momento più avvalorata per tentare di spiegare il decadimento degli organismi si basa proprio sul concetto di “ossidazione”. I meccanismi che permettono alle cellule di esistere, produrre eventi, interagire a livelli di complessità via via maggiori, richiedono continue reazioni chimiche le quali a loro volta esigono un prezzo biologico: il sistema gradualmente si usura, cioè si ossida e “accumula ruggine” fino a quando il processo degenerativo non interrompe il flusso vitale.
Questa regola, come si diceva, è onnicomprensiva. Ma in qualche caso, e per un tempo limitato, il decadimento strutturale NON significa decadimento di prestazioni: per esempio, il sistema nervoso centrale inizia molto rapidamente a perdere cellule vive (i “neuroni”), ma specializza le restanti in modo che sappiano svolgere un lavoro più accurato ed efficiente rispetto ai neuroni giovani, soprattutto attraverso la migliorata capacità di interconnessione cioè scambio di segnali. Dal momento che l’etimologia latina di “intelligenza” suggerisce il concetto di sviluppare collegamenti, di “inter-legare” fra loro più entità senzienti, non è sbagliato affermare che il cervello ben allenato di un uomo a sessant’anni di vita è più intelligente di quello stesso cervello a vent’anni!"

Star bene con poco. Teoria e pratica per il benessere quotidiano” (Graphedit Edizioni, pagg. 136, euro 14,80) di Mario Frusi, medico 

martedì 28 marzo 2017

Desiderare e amarsi

Non so se desiderare ciò che desidera lui o desiderare solo ciò che desidero io.

La prima scelta sarebbe una prova di amore verso l'altro.
La seconda scelta (in senso cronologico) sarebbe una prova d'amore verso me stessa.

Ora l'insegnamento principale, da qualsiasi parte si legga, è amare se stessi/a...

Perciò ho dei dubbi !

Chè il senso dell'amare l'altro sta tutto nel dimenticare di amare se stessi !!!

lunedì 27 marzo 2017

sabato 25 marzo 2017

Blindati per le feste (Trattati di Roma)

A leggere la lista delle misure prese oggi al centro città per la sicurezza c è da impallidire.
Un coprifuoco, praticamente.

Necessario per carità, chi può metterlo in discussione dopo tutti gli attacchi terroristici nelle capitali europee...
Tuttavia - non ho letto chi e perché le ha indette - non vedo la necessità di far svolgere ben 4 dico quattro manifestazioni di protesta lo,stesso giorno e in prossimità degli stessi luoghi dei "festeggiamenti" per i Trattati di Roma.
Mi sembra tutto assurdo.
Che un bel pezzo di città sia sequestrato agli abitanti ..per far passeggiare indisturbati pochissimi capi di Stato...che le telecamere ci spiino ovunque, in ogni angolo di strada ed in ogni momento,della nostra vita... e questo terrore diffuso che oramai ci contagia tutti.
Ed in base a cui ci faremo privare di qualsiasi libertà di esseri umani ☹️.

giovedì 23 marzo 2017

treno 1 - 17

Nella stazione che frequento quotidianamente sono da tempo scomparse le sale d'aspetto.
Trasformate in negozi. Per la maggior parte aperti e richiusi.
Però le sale d'aspetto non le hanno rimesse in uso.
Nessuna panca o seggiola. Ci sono delle seggiole sulle banchine dei binari.
Si può comodamente sedere sulle pochissime seggiole moderne e metalliche circondati
dal frastuono. Martellati dal vento freddo o caldo a seconda delle stagioni.
Nel bellissimo ed ampio atrio - anche questo invaso dai venti da tutte le direzioni - di questa stazione costruita nei primi anni del secolo scorso, sono stati installati, al posto di comode sedute, dei giganteschi pannelli pubblicitari. Dei giganteschi cubi. Con pubblicità di ogni tipo, che varia continuamente...
Le sale d'attesa sono state chiuse perché ci dormivano i tanti senzatetto che affollavano
le stazioni, sembra.

Tanto spazio sprecato questi atrii grandissimi con al centro questi cubi inutilissimi !
Come anche inutilissimi i tanti schermi pubblicitari disseminati su tutte le banchine.
Poche sedie e molta pubblicità.

Sono schifata. Delusa anche. E' proprio lo spirito antico, di offrire un riparo alle intemperie
e una pausa comoda nelle attese dei treni che è del tutto morto.
Anche se è una stazione urbana in cui tutti transitano per poco tempo...sarebbe utile avere
dei posti in cui attendere - anche solo dieci minuti.

martedì 21 marzo 2017

Poesia nel giorno della poesia

Nessuno può conoscermi
Come tu mi conosci
Gli occhi tuoi dove dormiamo
Tutti e due
Alle mie luci d’uomo han dato sorte
Migliore che alle notti della terra
Gli occhi tuoi dove viaggio
Han dato ai gesti delle strade un senso
Separato dal mondo
Negli occhi tuoi coloro che ci svelano
La solitudine nostra infinita
Non sono più quel che credevan essere
Nessuno può conoscerti
Come io ti conosco.

Paul Eluard

lunedì 20 marzo 2017

21 marzo

"Primavera non bussa lei entra sicura

come il fumo lei penetra in ogni fessura

ha le labbra di carne i capelli di grano

che paura, che voglia che ti prenda per mano.

Che paura, che voglia che ti porti lontano."

(De Andrè)

sabato 18 marzo 2017

Camminare e viaggiare

Eccomi di nuovo con la primavera alle porte e tutti i weekends zeppi letteralmente zeppi ed intasati di proposte di viaggi e di camminate e di pedalate !!!
scegliere diventa faticoso!!!...c è da esaminare per prime le mete agognate e mai viste prima, poi considerare quali amici verranno, poi costi e durata, ma per prima cosa le difficoltà ed i dislivelli, nonché l affidabilità delle guide, che oramai conosciamo..

Bene, prima di iniziare lascio questo fine settimana libero, liberissimo.
Poi si vedrà...

Come rinunciare alla bellezza del mondo ???
Meglio profittare finché le gambe mi reggono e l artrite non mi coglie!!

lunedì 13 marzo 2017

Falisci e tempo

...insomma accanto agli etruschi c’erano pure i Falisci… chi lo avrebbe mai sospettato ?
inizia un altro percorso di conoscenza, da approfondire, da conoscere..da una passeggiata nella natura e da un picnic sull’erba scaturiscono improvvisamente argomenti di conversazione interessanti che ascolto con piacere, ed alcuni, come la dilatazione del tempo nello spazio, aprono scenari che scombussolano tutto il sapere fin qui acquisito..
dunque tutto queste scoperte che il genere umano ha fatto ed anche diffuso non è servito a nulla.. ? abbiamo saputo e studiato e conosciuto tutto ma non sappiamo ancora nulla ?
e allora la percezione del tempo istintiva ed intuitiva e personale e sensitiva dove la situiamo?

interrogativi ed ancora interrogativi. la conoscenza è proprio così, la curiosità intellettiva pone problemi cui si tenta di dare risposte.

tentativi su tentativi...



mercoledì 8 marzo 2017

l'otto marzo

...e pure un bacio..Perugina. da una donna però ah ah !!

che recita: "In amor chi arde non ardisce e chi ardisce non arde!"... ai posteri l'ardua sentenza 💔😝

Lotto marzo

sì è sempre piuttosto una lotta che una festa.
per me è questo l'otto marzo, quest'anno ribattezzato giustamente lotto marzo.

molte delle nostre utopie giovanili sono state spazzate via.. dalla contabilità delle morte ammazzate per esempio, una ogni tre giorni.

perciò c'è poco da festeggiare.

nello stesso tempo la parte più allegra del creato siamo noi, noi donne. e la più forte, nonostante l'esiguità fisica.
nello stesso tempo ci sono anche donne tanto antipatiche ed insopportabili eh !!

una bella giornata comunque, iniziata con tanti simpatici saluti dagli amici uomini, una poesia ed una telefonata dolcissima.


venerdì 3 marzo 2017

Natura Sard

una bella giornata in un posto meraviglioso.. una valle bellissima che un amico ha definito Shanghai-la... come si può vedere.

purtroppo poi per una delle amiche c'è stato un piccolo incidente.. cadendo.

cose che accadono in montagna. poi questa montagna non era alta, ma molto dura...


Riflessioni da Sard

sono tante le parole che vorrei scrivere..
un viaggio ricco di tante sensazioni ed esperienze che si sono accavallate insieme…
la presenza improvvisamente insistente delle tante testimonianze di civiltà antichissime e diverse,
così tanto evidenti all’occhio attento, e in gran numero sparse ovunque nelle campagne.. 
la selvaggitudine e asprezza dei luoghi, delle montagne, delle colline, l’inaccessibilità di un territorio asperrimo, il cammino sempre impedito da rocce, sassi, arbusti, spine… il senso di solitudine e l’isolamento ancora visibili e tangibili..
la distanza tra le comunità, racchiuse nei paesi, trattenute e comprese in se stesse, di sè stesse comprese e compresse, intense e spesse e dense, l’essenza di questa terra sconosciuta, a lungo disconosciuta..

i riti misterici ancora non spiegati, i riti presenti ed inquietanti ..che trasmettono il senso di terrori antichi, nella semplicità di gesti arcaici che sentiamo di comprendere istintivamente..

la gentilezza delle persone, di genti che senti che sanno fare a meno di aprirsi agli estranei.

che non hanno necessità di relazionarsi. bastanti a se stessi nella loro saggezza antica..

venerdì 24 febbraio 2017

Quarto viaggio

La prima volta avevo solo 16 anni, facemmo un brevissimo giro con i miei genitori, curiosi sì ma non inclini al viaggiare. 
Ammirammo le bellezze naturali della Costa Smeralda, ancora per nulla cementificata. Eravamo nel 1974 credo. Avevo anche la testa al nuovo amore, il primo il più importante ed unico...ma ricordo tutto.

La seconda volta pochi anni dopo in un residence in costruzione, accompagnai il futuro marito che ci era andato per un breve periodo lavorativo per fare impianti. 
Un cantiere praticamente! quindi deserto di presenze umane, si era alla fine dei lavori. 
Ci accampammo in un mini appartamento appena appena ultimato. Fu molto bello contemplare i silenzi della natura su una costa selvaggia..ancora per poco.

La terza volta molti anni dopo con il figlio piccolo, che in seguito ad uno scambio culturale con una famiglia di Carbonia fu ospitato là. L'estate seguente andammo tutta la famiglia a conoscerci noi genitori e i fratelli.
Bella esperienza, il mare magnifico, una spiaggia di sabbia bianca e le dune ancora selvagge là nel sud. E la cultura e la realtà di una famigliola come la nostra, colta nella normalità dei giorni comuni.

Ora torno. Per un archeo-trekking. Per scoprire un carnevale che più carnasciale e pagano non si può. Con amici interessanti e colti che illumineranno di luce particolare i resti di antiche civiltà là ben presenti. Un continente unico, più che un'isola, che conosciamo poco.

A presto le mie impressioni. Buon Carnevale!

mercoledì 22 febbraio 2017

corso

Il corso si articola non solo in lezioni di scrittura cinematografica e letteraria...evolve inevitabilmente in una seduta di pseudo-psicoterapia di gruppo.
Iniziano ad emergere personalità distinte, e le stesse modalità attraverso cui si rendono evidenti, le modalità scelte corrispondono a diverse personalità e modi di approcciarsi, di relazionarsi...
E' inevitabile che ci si scopra all'osservazione attenta di tanti piccoli particolari che denotano le diversità, nell'omogeneità...perchè si tratta quasi esclusivamente di donne, le partecipanti, di una certa età, mature insomma, con una cultura medio-alta, spesso docenti...forse in un ritorno, in momento meno concitato della vita, a quelle poesie e quei racconti visitati per dovere.

Osservo con curiosità  talvolta annoiandomi..i ritmi sono lenti. Ma giustamente è così che si può
approfondire la conoscenza.

martedì 21 febbraio 2017

Dopo i 14

Dopo i 14 km mi viene, il giorno dopo, un pochino di mal di schiena.

Sarà l'età o lo scarso allenamento...


giovedì 9 febbraio 2017

Keats J.

«Una cosa bella è una gioia per sempre:
Si accresce il suo fascino e mai nel nulla
Si perderà; sempre per noi sarà
Rifugio quieto e sonno pieno di sogni
Dolci, e tranquillo respiro e salvezza»
— estratto di Endymion

mercoledì 8 febbraio 2017

Stella splendente

Un bellissimo film che avevo perso, al tempo in cui è uscito. Bright Star.
Una regista pregevolissima e speciale, Jane Champion.
Un poeta romantico d'eccezione, sepolto proprio qui vicino, nel cimitero acattolico, John Keats.

Il primo film da analizzare al corso di cinema.
La prima visione, che finisce con un gran pianto.
Eccellente prova dell'attrice, eccellente prova della regista, che ci conduce per mano,
piano piano delicatamente nei recessi della nostra anima. Fino a farci respirare con i
due protagonisti.

Mi spiacerebbe perdere le lezioni successive del corso.
Che dono meraviglioso a costo zero.
La vita è anche costellata di meraviglie !!!


lunedì 6 febbraio 2017

Tu parlavi una lingua meravigliosa 2

La poesia del post precedente è una canzone, o meglio un componimento del poeta i cui testi Lucio Dalla musicò, e trasformò in canzoni indimenticabili.


Due emiliani entrambi. Di gran passione artistica e politica direi.
Grande Roversi !!
Questa in particolare mi piace per quell'aura di malinconia che

tutta la pervade e che infonde all'anima...
un incontro di due persone che si sono amate in un altro tempo,
in gioventù, e che si sono poi perdute...
un incontro che non si realizza neppure ma che consola il cuore in qualche modo.

Nella dolce malinconia di una stazioncina della pianura padana in inverno.. 
un paesaggio indimenticabile per me e di cui ho nostalgie.







sabato 4 febbraio 2017

Tu parlavi una lingua meravigliosa

Striscia al vento nudo sopra il fuoco, il fuoco violento dei prati.

Un uccello, isolato, raccoglie sopra un vagone abbandonato
il cielo grande d'ottobre e gli strappa il fianco bianco e gelato,
intorno, dopo la notte, ci sono tronchi sporchi di mosto
e mille macchine in fila, laggiù, in un deposito nascosto.

Apro il giornale e provo a leggere per nascondermi un poco
mentre lei parla ad un uomo ed io riconosco il suo suono un poco roco.
Chiudo il giornale, la guardo, lei è voltata e non mi vede,
i capelli sono biondi e sono tinti; dunque lei alla vita non cede.

Vuoi guardarmi? Occhio della mente, occhio della memoria!
Una donna è vecchia quando non ha più giovinezza!
E ascolto la marea del cuore perché siamo vicini.
L'ho ritrovata per caso ma non è più una ragazza.

Vorrei chiamarla e dirle: le volpi con le code incendiate
non parlano ma gridano pazze fra gli alberi per il dolore.
Sediamoci per terra oppure là sopra panchine imbiancate,
sediamoci sopra un letto di foglie secche ed ascoltiamo il nostro cuore.

Ci siamo scordati e perduti, ti ritrovo adesso all'improvviso
dentro una piccola stazione in un giorno grigio d'ottobre;
tu non mi guardi neppure, io solo ho l'inferno nel cuore
perché la vita è una goccia che scava la pietra del viso.

Ogni mattina, ogni sera io parto e ritorno da solo
come il ragazzo che ero non posso più bruciare in un volo.
Il treno arriva, si ferma; la mia ombra sale parte scompare.
Io ti vedo giovane ancora come in un sogno dileguare.

giovedì 2 febbraio 2017

Sixty oggi

Io nun c avessi voluto ariva' 
Eppure tie' ! eccheli qua !
Sebben zompetti di qua e di là con relativa facilità 
I miei sessanta stan tutti qua!! 

E me ne accorgo perché ad ogni nuovo accadimento, in ogni nuova situazione o esperienza mi ascolto dire 'lo so'...perché sento che già ci sono stata o l ho pensata, o l ho risolta, sperimentata.

Con lo sguardo rivolto al futuro e l anima ancora fresca come un campo appena arato, che attende, sento alle spalle tutta la forza delle possenti radici,  di tutto ciò che è stato, e delle tante persone che anche per brevi tratti mi hanno accompagnato, dandomi un po' di se', oppure solo prendendo da me, e comunque 
insegnandomi, sempre, qualcosa. 



mercoledì 1 febbraio 2017

raffreddore

sono stata a meno dieci e non ho preso nulla.

sono stata dalla parrucchiera (che aveva figlio e marito malato in altra stanza) e mi brucia
la gola.

grr !!!! che rabbia !!! NON VOGLIO assolutamente ammalarmi. giovedì devo presiedere una importante ricorrenza ah ah !!!
ci andrò anche se ammalata.

per ora prendo la propoli...


lunedì 30 gennaio 2017

Dalle montagne

Riporto esperienze e conoscenze..e due titoli di libri. Uno è su "I delitti di Alleghe", non conosco l autore, e l altro "Il lungo viaggio attraverso il fascismo" di Ruggero Zangrande, storico italiano, di cui ho conosciuto la figlia, in questo viaggio.

Oramai scrivo poco dei viaggi che faccio, preferendo esprimermi più attraverso le foto che faccio. Anche stavolta ne ho fatte di bellissime, ed ho avuto il piacere di essere invitata a spedirle al webmaster dell associazione che ha organizzato il viaggio...spero che ne sceglierà alcune da mettere sul loro sito !!

Questa è stata una vacanza che mi ha fatto riflettere molto sul diventare anziani, vecchi, e sul non volersi rassegnare, sul non voler riconoscere ed accettare i limiti del nostro corpo... un voler ignorarne i segnali. Una non rassegnazione che mi fa sentire la disperazione di alcuni...


mercoledì 18 gennaio 2017

Segantini

Segantini, ritorno alla natura. La grande arte al cinema con Giovanni Segantini


Bellissimo film romantico e commovente.

Oramai allo spettacolo della natura piango sempre...

Ma è un pianto dolce e malinconico, di tenerezza infinita.


lunedì 16 gennaio 2017

Molto

Molta bella gente viaggi e cinema e arte.
Non posso lamentarmi. Del resto un blog non è fatto mica solo per lamentarsi.
In genere sì.
In genere si leggono lamentazioni e proteste.
Ce le ho anche io le lamentazioni e proteste da fare...però qui non mi sembra il posto adatto.
Forse è insita nello scegliere di fare un blog l'esigenza di parlare delle proprie difficoltà.
Forse anche attraverso la semplice relazione di fatti quotidiani.

Non so. Un tempo lo usavo per parlare. Perché non c'era chi mi ascoltava.
Certo ora ho più amici. Posso - e lo faccio - scrivere ogni giorno ad ogni ora.
E lo faccio.
E posso condividere con loro anche tutto ciò che mi viene in mente di fare
e di condividere.
Ecco forse otto - dieci anni fa quando sono approdata ad internet ed al blog, non li avevo
tutti questi amici che ho ora nella vita reale.
In effetti aprirmi al virtuale che voleva essere un aprirmi alla vita esterna alla famiglia
in cui ero stata - mi ero voluta rinchiudere, è diventato in seguito una sequela di amicizie
vere reali.
Anche l'attività delle escursioni è diventata un serbatoio di amicizie interessanti.
Chi sceglie di camminare ha degli elementi in comune che diventano poi interessi condivisibili.
Anche lì, la scelta dell'escursionismo, è venuta come uscita da un rapporto che non funzionava, un rapporto esclusivo che non funzionava.
Si sa che i rapporti esclusivi non funzionano mai.
Una giusta correzione insomma. Tutto sommato direi che ho fatto delle correzioni.
Difficili. E sofferte.
Insomma se si vuole si può andare nella direzione scelta..direi.
Ma, ai posteri l'ardua sentenza.
O anche ai contemporanei... Cui piace molto giudicare e criticare.
Vedere la pagliuzza negli altri e non la trave in se stessi.

Ma...non voglio giudicare.



venerdì 6 gennaio 2017

Che freddo stanotte !!

eh niente...non riesco a pubblicare foto da casa...
anche se oggi che potrei pubblicarla non ricordo quale fosse..

sono tante notti che fa freddo.
anche di giorno peraltro.
voglia di letargo.

lunedì 2 gennaio 2017

Inferno e Paradiso

Con la temperatura vicino a zero gradi entrando in quello che sembrava un girone infernale, con i vapori che fumavano nel buio, ci siamo invece ritrovati nel paradiso delle calde acque termali... veramente una bella esperienza di fine ed inizio ! da ripetere!!
C'era già questa idea di andare di notte alle terme che mi ronzava in testa e quando si è presentata l'occasione per la notte del 31 dicembre non me la sono fatta sfuggire.
E' stato bello. Davvero un Carpe Diem riuscito !