...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 27 maggio 2016

malattia mentale

Il film, sì questo La pazza gioia, di Virzì... mi ha fatto riflettere su alcune cose..

Si vive intensamente il film, ovviamente. Ed ad un certo punto, in cui si sente bene la grande sofferenza,  mentale, morale...e si capisce come questa può portare a gesti inconsulti ed incontrollabili, pericolosi per sé e gli altri..mi è venuto da pensare di aver vissuto qualcosa di ciò.
Sì ci sono stati momenti in cui la sofferenza era tale da non poter vedere altre soluzioni che la soluzione estrema. Consapevolmente sentendo la pericolosità di sentirsi all'angolo..Per fortuna superati tutti senza problemi. Proprio forse per quella consapevolezza. O per la lucidità di pensare che ci fosse davvero un'altra strada.
Ma c'è un limite alla sopportazione della sofferenza, negli esseri umani, cui non tutti sanno opporre la lucidità necessaria, un limite che in certe persone è più basso, persone più fragili, appunto.
Quante dunque delle malattie mentali, che causano sofferenza, sono la conseguenza di sofferenze morali, la diretta conseguenza di abbandoni affettivi ?

Sì un buon film. Che suscita tante riflessioni.

4 commenti:

Silvana ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
antonypoe ha detto...

pare interessante.
alcune situazioni ci mettono alla prova. è un'opportunità. ciao

nellabrezza ha detto...

e tu sei mai stato messo alla prova in questo modo ?

antonypoe ha detto...

sì, anch'io ho sofferto. non le definirei sofferenze morali, ma psicologiche. il collegamento con eventuali malattie mentali è da analizzare