...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


martedì 1 settembre 2015

una concorde discordanza

riparlo temporaneamente di libri poiché per essere concordemente discordante mi sono portata e letta in viaggio, nei due brevi viaggi che ho fatto in vacanza, due libri di viaggio. due libri di viaggio sì ma in paesi del tutto diversi da quelli in cui stavo viaggiando, per essere appunto concordemente discordante. sempre di viaggi si trattava cioè.

Il primo è stato Rosso Istanbul di Ferzan Ozpetek, un libro di "ritorno" ad Istanbul città natale di Ferzan e ritorno nell'infanzia e adolescenza e relativi ricordi.
Mi sarei aspettata di più dal fine regista... durante la lettura ero sulle Dolomiti, Alpe di Sciliar, posto magnifico!


Il secondo libro ripescato a casa tra vecchi libri mai letti è stato Racconti indiani di Herman Hesse..che viaggio in India una volta nel corso della sua intensissima vita. E' stata l'occasione di leggere infatti l'ampia biografia ad inizio volume, che mi interessava molto dopo aver finito i racconti.
Ero su treni ed aerei per raggiungere e lasciare la Bretagna mentre li leggevo.
Altri magnifici posti !


E' stata una felice discordanza.


1 commento:

Renata_ontanoverde ha detto...

amo Ozpetek regista, ma non lo conosco come scrittore. Amo Herman Hesse e dopo Siddharta ho letto quasi l'opera omnia.. : D