...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 3 aprile 2014

la Grande Scoperta...

14 commenti:

Francesca ha detto...

A me il film non è piaciuto per quanto mi sia sforzata di leggerne spiegazioni ed approfondimenti. Questa però è una grande frase.. ciao

Paolo ha detto...

Non ho visto il film ma condivido la frase, che diventa ovvietà dopo i settant'anni.
Un abbraccio!

Coloratissimo ha detto...

Cara amica fin da piccolo anche sotto le bastonate non facevo mai le cose che non mi andava di fare,ho continuato per una vita a non farle e figurati se adesso che passo i sessanta.
Il film l'ho visto e per definirlo prendo a prestito una frase famosa del "Rag.Ugo Fantozzi"una cagata pazzesca.
Ciao,fulvio

antonypoe ha detto...

è quello della foto che l'ha scoperto? ci ha messo un po' di tempo :)

nellabrezza ha detto...

Il film mi è piaciuto moltissimo, e non sono d accordo con giudizi tranchant..io non ho,ancora passato le vostre date fatidiche, ma arrivare a dire e fare questo mi ha preso buona parte della mia vita..essendo stata al contrario di te, fulvio, una bambina rispettosissima ed obbedientissima...sono dovuta crescere nell egoismo, che non si era ancora ben sviluppato in me !! Fulvio poi per il film ne riparliamo se vuoi...

giovanotta ha detto...

sottoscrivo il tuo commento! :)
a parte che anche a me il film è piaciuto molto - l'ho già visto due volte, scoprendone qualche aspetto che non avevo notato la prima volta - mi ha colpito proprio anche la frase di Jep: quanto tempo abbiamo perso a cercare di venire incontro ai desiderata degli altri?.. ecco, una cosa forse comprensibile quanto si è ancora 'implumi', dopo una 'certa' bisogna andare più al cuore delle cose tralasciando formalismi inutili.
un salutone

nellabrezza ha detto...

Giovanotto dammi il cinque !

nellabrezza ha detto...

Giovanotto dammi il cinque !

nellabrezza ha detto...

Giovanotta cioè...eh eh il mio iPad fa strani scherzi !!!

nellabrezza ha detto...

Giovanotta cioè...eh eh il mio iPad fa strani scherzi !!!

Renata_ontanoverde ha detto...

E' un film difficile ed impegnato, di maniera, mi ha ricordato la Dolce vita. Descrive una parte della nostra società in
totale decadenza e quindi non ci rappresenta e non appartiene alle gente comune.
Mentre è esaltato dagli Americani perché non ci conoscono ed amano pensare a noi, come a corrotti, debosciati, eredi della Dolce Vita in continua decadenza, supposizione anche alimentata dagli scandali di cronaca, specie politica.
La gente comune in Italia non si riconosce per questo... e non può apprezzarlo!

leggerevolare ha detto...

grazie al cazzo... se po' dì?!!...

fracatz ha detto...

l'importante però è poter dire:
"nella lunga evoluzione della mia vita ho provato a fare di tutto".
Altrimenti si appartiene ai parassiti della società.
Certe cose che facevo fino a ieri, oggi mi sembrano robbe impossibili e ieri di certo non avrei passato il mio tempo qui sul webbe, mi sarebbe sembrato sprecato

Ele ha detto...

Non ho visto ancora il film...ma conto di farlo presto.
Nella vita purtroppo ci son doveri che seppur non vogliamo fare,dobbiamo...Altri,spesso,ce li inculcano così tanto profondamente,da crearci da noi legacci strettissimi..
Sulla frase di Giovanotta...bella..vera...ma..boh..provo a fregarmene dei desiderata degli altri,visto che a nessuno importa dei miei, ma non è facile...