...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 24 gennaio 2014

Film







 
"Shira ha 18 anni, è figlia di un rabbino della comunità ortodossa di Tel Aviv e sorella minore di Esther, che attende un figlio dal marito Yochai. L'interesse di Shira si rivolge per la prima volta verso un coetaneo, che la famiglia le ha proposto come possibile fidanzato, ma la morte di Esther per parto allontana ogni decisione. Solo con il neonato, di cui si occupano con amore Shira e la sua famiglia, Yochay viene invitato a risposarsi presto. La prospettiva che possa andarsene con il nipotino in Belgio, spinge la moglie del rabbino a proporgli di prendere in moglie proprio Shira. Sta alla ragazza accettare o meno questa difficile proposta." (www.my.movies.it)


La fotografia le inquadrature la fotografia, il ritrarre i sentimenti dagli occhi sono ciò che fa di questo film una meraviglia. sulla vicenda possiamo discutere molto..incantevole la bellezza naturale della protagonista..credo che il film sia uscito solo la scorsa estate nella rassegna dell'arena moretti, e poi subito scomparso...in parte anche perché è un film molto lento, e la gente vuole correre sempre, non sarà tanto piaciuto...

2 commenti:

Saray ha detto...

Finalmente un film diverso, dove c'è sentimento, pulizia interiore. Un affresco delle abitudini di vita ebraiche dove sentimenti e dovere convivono e si legano indissolubilmente nella vita ancora oggi. Molto bello il tuo blog :) ciao

nellabrezza ha detto...

oh grazie !!