...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 10 gennaio 2014

cosa rara

è cosa rara non trovare l'auto all'uscita dall'uff, cioè non trovarla nel posto dove la si era parcheggiata al mattino, ma venti metri più in su, sulla salita, e sull'altra carreggiata ?

senza che sia stata aperta e/o messa in moto ?

penso sia cosa rara. ma ieri è successo. proprio qui a poca distanza. non alla mia auto, ma mi sono immaginata cosa possa aver pensato il/la  malcapitato/a quando preso/a dall'angoscia per non aver ritrovato l'auto al pomeriggio tardi si sia poi ripreso/a vedendola venti metri più in là, magicamente parcheggiata da..da chi??

il mistero spiegato : un albero del viale, un vecchio albero marcio, sta per crollare, crolla, ma nella caduta si appoggia all'albero accanto, che lo tiene, miracolosamente lo tiene. intervento dei vigili del fuoco, che prima di tagliarlo devono sgomberare il viale zeppo di auto parcheggiate anche sotto l'albero marcio...imbracano le auto e le spostano dove è possibile sul viale, più in su, più in giù...

una cosa che mi ha fatto sorridere. e comunque penso sia piuttosto inusuale. naturalmente rintracciare i proprietari delle auto in questa città sarebbe stato impossibile...

ho rischiato anch'io, che mi cadesse addosso l'albero marcito.

9 commenti:

endi ha detto...

un applauso ai vigili, immagino cosa sia passato di mente ai proprietari :))))

nellabrezza ha detto...

infatti !! è ciò che ho pensato anche io... soprattutto quelli che sono andati a riprendersi l'auto nel pomeriggio inoltrato, cioè ad albero tolto di mezzo, non sussistendo nessuna spiegazione visibile o plausibile dell'accaduto...io l'ho visto all'ora di pranzo..sorrido al pensiero di ciò che sarà accaduto ai/alle poveretti/e...

dtdc ha detto...

carina questa storia.
Io sono capace di non trovare la mia macchina avendola posteggiata anche solo un'ora prima.
Ciao cara

antonypoe ha detto...

sai che facce stupite! storia simpatica. ciao

keiko ha detto...

Incredibile... Solo a Roma può succedere!!

Renata_ontanoverde ha detto...

bravi i vigili a cercare un posteggio poco più avanti! terribile la sensazione di non trovare più l'auto dove lasciata ;) meno male che tutto è finito bene!!!

fracatz ha detto...

bèh, ma allora a te t'ha detto bene.
Col tempo e coll'aumentare del debito le cose peggioreranno qui a Roma dove non ci sono soldi per riparare i pochi asili per i figli del bobbolo.
Io da sempre mi batto per far tagliare tutti gli alberi giganteschi ai lati delle strade e stabilire per legge a quale distanza dal ciglio stradale si possono piantare.
Vi sono migliaia di alberi con sviluppo massimo sui 3 o 4 metri che si possono piantare senza creare pericoli per la vita e per le proprietà dei cittadini, peccato che chi è messo lì a decidere non ha alcuna competenza botanica ed economica, ma solo fantasie da morto di fame arricchito

nellabrezza ha detto...

non è cosa di oggi, perché questi platani che ora sono giganteschi sono stati piantati moltissimi anni fa, credo dopo l'Unità d'Italia, una pessima scelta perché intasano tutti i tombini con le foglie cadute, non passano abbastanza spesso a raccoglierle, e sarebbe il caso di cambiare tipo di piante...

nellabrezza ha detto...

ma vogliamo parlare del manto stradale e dei marciapiedi divelti dalle gigantesche radici ...? temo che le risorse non ci saranno mai. questo albero a ben guardarlo si poteva capire che sarebbe caduto, perché alla base era proprio completamente marcio...ma chi li guarda gli alberi ??