...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 21 novembre 2013

Giants (2)

BELLA Camminata, tutta in salita, come ho scritto...
parecchi metri di dislivello, però non si sarebbe avvertita la fatica
se non fosse uscito un sole pieno che sembrava estate.

il caldo si sa rende la fatica doppia... persone simpatiche, come spesso,
e qualche re-incontro, dopo un pò di tempo che si frequentano le associazioni,
accade..

abbandonata la costa ci siamo inoltrati in una campagna verdissima di olivi.
in una zona di produzione dell'olio famosa, inoltre in questi anni recenti
anche di kiwi.

sono le famose paludi pontine, bonificate ai tempi del fascismo... recentemente
un tale antonio pennacchi ha scritto un ottimo libro, in cui racconta le storie vere,
vissute da lui, in quei luoghi ed in quei tempi. alcuni del gruppo lo conoscevano,
l'avevano letto, perciò ne abbiamo riparlato.

dopo la salita, inframmezzata da soste per riposare e prendere il sole, siamo arrivati nel paese di Norma dove abbiamo visitato il museo archeologico, una visita guidata che doveva
aiutarci a capire il sito archeologico da vedere nel pomeriggio.

il pranzo si è svolto in un piccolo bar, che ci ha fatto dei pasti caldi, tipo polenta o lasagna. abbiamo mangiato poco..perchè si sa che i camminatori devono rimanere leggeri...;-))
poi a piedi ci siamo diretti al sito archeologico, di Norba, ad un km da Norma, che è stato una bellissima sorpresa.

pochi sanno che lì, in cima a quel primo monte, che apre i monti Lepini, ci fu una città così antica, risalente addirittura al 7° secolo avanti cristo, poi romana, poi abbandonata, e ri-abitata saltuariamente nel corso dei secoli, poi abbandonata del tutto perchè lontana dalla pianura. tra l'altro queste pianure erano pericolose perchè mefitiche, infestate dalla malaria..

insomma il sito è affascinante. non solo per le imponenti mura megalitiche, ma per i ritrovamenti di strade e domus, con gli impluvium ben riconoscibili...gli incroci stradali, i basamenti degli antichi templi di ercole e diana...con un affaccio sulla pianura sottostante bellissimo, con il mare all'orizzonte, che con quella giornata di sole splendente ci faceva scorgere non solo il promontorio del Circeo - anche quello di memoria antica! - ma persino le Isole Pontine, cioè Ponza e Ventotene!

bello.

dopo siamo anche andati al museo del cioccolato ... dove una graziosa signora
ci ha spiegato come e dove si produce il cacao, le piantagioni e ci ha mostrato la povera gente, gli indigeni del ghana, che lavorano con salari di fame, e senza aiuto di attrezzi meccanici, ma delle sole mani... e poi gli strumenti antichi per fare il cioccolato, e come fu introdotto in europa eccetera.

abbiamo completato con le nostre golose spesucce. perchè il museo è a cura ed accanto ad una antica fabbrica di cioccolato, piccola in questo paese piccolissimo, che vive anche con
le visite delle scuole eccetera. cercando di valorizzare il territorio.

ho preso del cioccolato al sale fior di cervia...

4 commenti:

Coloratissimo ha detto...

Cara amica non conosco queste zone,se non dai libri di storia,ma camminare in compagnia è sempre gratificante.
Felice giornata,fulvio

Farfalla Legger@ ha detto...

Davvero una bella camminata...Abbraccio con baciobacio

nellabrezza ha detto...

grazie carissimi ! buone camminate anche a voi !

leggerevolare ha detto...

sei andata dalle mie parti...bei posti vero? ...e il museo del cioccolato vale una visita solo per gli attrezzi storici che contiene e la fonte del cioccolato da cui sgorga di continuo la cioccolata calda!!...
si un attentato al mio diabete

non credo che ci tornerò