...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 24 ottobre 2013

Dubbio


...è attraverso il corpo che si arriva all'anima ?

o entrando nell'anima il corpo è inevitabilmente coinvolto, suo malgrado ?



13 commenti:

dtdc ha detto...

una domandina di riserva? :-))

nellabrezza ha detto...

brunooo ?!? quoque tu ?!?!

nellabrezza ha detto...

potresti aiutarmi invece...è un dubbio più che amletico, cavolo ! che mi tormenta.

dtdc ha detto...

l'importante è entrare. Da dove è secondario. Non insistere in una zona refrattaria e scegliere quella meno difesa se vuoi entrare.
Corpo e anima sono un tutt'uno. Se agisci di qua, hai effetti di là e viceversa. L'importante è non trascurare uno dei due ambiti.
E' un quesito talmente oceanico che non so da dove iniziare...
quello che non capisco è il "suo malgrado".

nellabrezza ha detto...

Bella la tua risposta !! suo malgrado diventa quando il corpo invecchia e non consente più quelle risposte che ancora la mente sogna... ma non è il mio caso ah ah! non ancora ! piuttosto a volte sono sconvolta dalla facilità con cui riesco ad entrare... perchè mi rendo conto della preziosità del tutto intorno, e della responsabilità che ciò comporta...

dtdc ha detto...

se entri, niente è più come prima.
spesso ne vale la pena
ciao, a presto!

Old man ha detto...

la seconda che hai detto!!!

Farfalla Legger@ ha detto...

Io sono convinta che prima ci sia l'anima poi il corpo...
Ma io sono credente.
Abbraccio

Coloratissimo ha detto...

Io mi accontento della certezza,è il corpo è certo.
L'anima è per me quell'insieme di meravigliosi sentimenti ed emozioni,a volte anche negative, che danno un senso alla nostra vita.
Bellissimi i corpi sensuali di Roberto Ferri.
Ciao,fulvio

leggerevolare ha detto...

dai... entrambe le cose
dipende dal destino e dalle situazioni

nellabrezza ha detto...

@coloratissimo. sono d'accordo... e finalmente un apprezzamento del pittore !! anche piuttosto angoscioso ed inquietante direi...con un senso incombente di qualcosa di tragico che sta per arrivare...

Anonimo ha detto...

Condivido l'analisi fatta da te sul pittore,anche io provo le stesse emozioni nell'osservare le sue tele, l'iperrealismo è sempre stato nell'arte la mia passione.
Ma veniamo al poi, senza alcun dubbio per me all'anima ci si arriva solo ed esclusivamente attraverso il corpo successivamente poi pian piano con il passare del tempo il corpo è inevitabilmente coinvolto, suo malgrado.

nellabrezza ha detto...

Anonimo appalesàti...a me gli anonimi non piacciono, neanche quando sono d'accordo...