...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


mercoledì 30 ottobre 2013

Ballo... solo per uomini


"Il più grande insegnamento che mi ha dato il ballo è la consapevolezza che non opporre resistenza, lasciarsi andare alla musica è difficile; difficilissimo. E' un dono che prevede l'ascolto di sé e dell'altro: è la folgorazione di una rapporto: significa concedersi all'incanto della reciprocità. Come dono naturale è una benedizione del Cielo: è un attributo delle anime grandi; noi esseri umani normali siamo sepolti dalle nostre sovrastrutture e dobbiamo essere educati a rinunciarci. Accettare la vertigine, accettare di sopportare la nostra immagine quando abbiamo la sensazione che non ci corrisponda, reggere l'idea di essere svelati e correre il rischio di essere rifiutati ma anche, in un gioco di corrispondenza inversa, avere la possibilità di vivere appieno l'opposto: la gioia vivida, carnale, palpabile di essere accettati, di essere visti e riconosciuti."


(Marco D.A.)



questo pezzo scritto da un mio amico è ciò che vorrei dire a tutti gli uomini che hanno fatto della danza e del ballo un tabù.

e riflettere su ciò che abbiamo perso, su ciò che un tempo il ballo, la danza rappresentavano per tutti, per le comunità, e che ora non sono più...che cosa semplice che era, non solo per ritrovare il proprio corpo, ma anche incontrare e ritrovare gli altri.

e considerino, gli uomini soli, e solitari, che in tutte le scuole e corsi di danze ci sono frotte di donne costrette a ballare con altre donne, per mancanza di materia prima maschile !!!... e tutto questo deve finire checcavolo !!



12 commenti:

leggerevolare ha detto...

in effetti gli uomini non ballano... troppo intimo, troppo profondo, troppo introspettivo

Coloratissimo ha detto...

Amica mia,non sono bravo a ballare ma il Balletto classico lo amo come una grande espressione artistica, ma che il ballo sia un dono dal cielo, quale cielo,quello con le nuvole,magari piovose o quello di Dio,(Parole di un non credente) mi sembra esagerato.
Il ballo e il dono che premia una grande dedizione ad esso.
Ciao,fulvio

nellabrezza ha detto...

fulvio nè il mio amico nè io siamo credenti...tuttavia io parlavo di ballo/danza come espressione di gente normale, non persone che studiano decenni per arrivare a risultati artistici !
qualcosa di umano e semplice alla portata di tutti insomma !

nellabrezza ha detto...

@ fulvio: ah, ho riletto, forse lui è credente non so...glielo chiederò. tuttavia che bel pensiero dire che è "un dono, che prevede l'ascolto di sè e dell'altro" !!! vero??

dtdc ha detto...

questo pezzo l'avrei potuto scrivere io.

l'unica differenza è che non so ballare.
mi piacerebbe, però.
dovrei trovare partner dal metro e 58 in giù, però.
:)

nellabrezza ha detto...

allora faccio proprio al caso tuo !

guarda che è facile, molto facile...non stiamo comunque parlando, io ed il mio amico, del tango, ovviamente. noi balliamo la pizzica e le tarantelle antiche...

nellabrezza ha detto...

cioè lui le balla a torino ed io le ballo a roma !

Paolo Falconi ha detto...

Condivido in toto ... ero scettico all'inizio, perchè molto imbranato, in riferimento alla Salsa e al ballo in genere ... poi la simpatia delle "ragazze di tutte le età", il movimento , la musica, l'allegria, la pazienza e la disponibilità di chi ha ballato con me ... hanno fatto miracoli!

Un saluto

Giuliano ha detto...

...sei sorprendente ti leggo sempre ma non sempre riesco a commentare!! Comunque per il ballo io sono negato preferisco il...dialogo.
Ciao e buona serata!!

nellabrezza ha detto...

@paolo: grande Paoloooo !!!

nellabrezza ha detto...

@giuliano : nessuno è negato. nessuno. e poi si dialoga, con il corpo, con gli occhi... ah giulià ma te devo dì tuttoooo?!?! ah ah !

Old man ha detto...

no grazie ... sono un tronco ed ho la grazia di un elefante (senza contare che non ho tempo). Se proprio devo dialogare senza usare la voce, uso altri metodi :-)