...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


martedì 9 aprile 2013

riflessioni notturne


oggi sembra che nessuno possa reggere più le convivenze...
forse perchè siamo tutti sparati verso una auto-realizzazione che sembra dover prescindere da tutti...



17 commenti:

fracatz ha detto...

io non faccio altro che guardarmi nello specchio
e più mi guardo, più m'innamoro
più m'innamoro, più continuo a guardarmi

Old man ha detto...

convivere (tralasciando qualunque concetto di matrimonio e di famiglia) vuol dire "vivere con", vuol dire "rinunciare" ad una parte delle proprie libertà personali. Lo si fa se il "vantaggio" che si ricava dal vivere con una persona ci appare significativo.

Ma più si cresce, più è difficile rinunciare alle proprie piccole personali comodità, ovvero più tali rinunce, che forse un giorno ci apparivano minime, diventano pesanti.

Forse, semplicemente, è sempre più difficile innamorarsi veramente

nellabrezza ha detto...

ehi fracz, ma sei così belloccio? mandami 'na foto allora !

Linda ha detto...

in effetti la vita in solitudine ha i suoi vantaggi...

pyperita ha detto...

Penso dipenda da persona a persona, non si può generalizzare.

nellabrezza ha detto...

io la penso come old.

ma per l'ultima frase, caro old, devo smentirti. a me càpita..

Renata_ontanoverde ha detto...

di base deve esserci la voglia di "crescere insieme" un rapporto dove l'equilibrio deve essere tenuto in debita considerazione.

Se la convivenza è permeata di egocentrismo e di egoismo, è pressoché impossibile!

Old man ha detto...

@Nellabrezza: io intendevo profondamente E contemporaneamente ... a tutti capita di innamorarsi profondamente (cioè ... quasi a tutti ... non a me , per esempio) ma in genre della persona sbagliata nel momento sbagliato

nellabrezza ha detto...

cioè, a parte te, che non t'innamori mai, a tutti càpita di innamorarsi a senso unico, sempre ?

nellabrezza ha detto...

forse l'equilibrio è ciò che più permette la durata. ma cara renata, l'equilibrio è sempre molto precario, e mille cose inaspettate collaborano a farlo vacillare continuamente...

Old man ha detto...

no, ho scritto che a tutti capita ma in genere (in genere, per fortuna non sempre) con la persona sbagliata nel momento sbagliato

E poi ... in amore vince chi fugge, no?

Sull'equilibrio non sonod'accordo, se l'equilibrio è di per sè precario, allora perchè rischiare. Se un sentimento è forte non lo si abbatte facilmente, tutt'altro.

Renata_ontanoverde ha detto...

certo, una volta si fa come vuole l'uomo, e l'altra come vuole la donna: in un misto di soddisfazione e di compromesso potabile, per me questo significa equilibrio. Senza prevaricazioni, senza prepotenze ed egoismi. Raro... ovvio, molto raro.

Ci si può innamorare anche alla "nostra" età, ma con le dovute precauzioni...;)

nellabrezza ha detto...

questa frase sul vincitore che sarebbe quello che fugge mi sta proprio sulle scatole: mi sembra da adolescenti immaturi. se uno o una "fugge", che poi è solo un fingere di fuggire, vuol dire solo che non è adatto/a ad un rapporto vero.

Old man ha detto...

Io quella frase l'ho sempre interpretata in un altro modo: l'amore è una fregatura, e l'unico modo per uscire vincitori è scappre via :-)

Poi ahimè, magari chi non è adatto ad un rapporto vero fuggisse sempre ... il più delle volte non fugge !!! e ti frega!!! :-)

Per tornare poi alla domanda iniziale, fammi mettere dalla parte dell'uomo (ma il discorso vale anche per la donna) che ha chiuso un matrimonio (probabilmente non bene) è finalmente libero, si organizza le sue giornate nel modo più consono, incontra una donna con cui si stabilisce un bel dialogo e che gli piace. Perchè dovrebbe andare a convivere e non cercare, invece, un rapporto da "fidanzati", si sta insieme, si fanno cose, ma poi ognuno a casa sua? Quale sarebbe il vero motivo di passare ad una convivenza? la quotidianità? ma è proprio una delle cose che uccide la passione!

@Renata: innamorarsi non ha età ... innamorarsi è però una cosa, vivere l'amore un'altra.

nellabrezza ha detto...

ma caro old, le tue stesse parole le posso usare io come donna, proprio per quanto riguarda il mio caso personale !! io non sono punto interessata ad una convivenza, ad una quotidianità, giammai !! dio ne scampi!
la riflessione del post veniva dal constatare quanti rapporti di convivenza anche di amici ed amiche ho visto interrompersi recentemente...e di quanto risulti difficile sopportare proprio la quotidianità.

nellabrezza ha detto...

e per le precauzioni non sono d'accordo...a parte quelle di ordine sanitario !!

non ci si può "innamorare" se si sta attenti a tutto!

Old man ha detto...

... il che può essere anchr una scelta !