...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 12 aprile 2013

il sogno era

il sogno era così:

ero nella sua cittadina, ed esco per una passeggiata. sola.
giro proprio a destra appena fuori del portone. poco a poco mi ritrovo in una periferia moderna piuttosto affollata e decido di prendere un autobus - e sono in tutto e per tutto uguali a quelli della mia città- ma non mi va di leggere sulle targhe dove si dirigano,
o meglio per quanto mi sforzi non riesco proprio a leggere lo scritto!!
così prendo il primo che passa, al volo, voglio affidarmi al caso, tanto ci sarà modo di rimediare strada facendo...
ma  dopo qualche fermata scopro che non va affatto dove voglio andare...anzi si butta nel fiume, il bus ora cammina sul fiume, nel fiume, galleggia come una barca e non affonda, ed è sballotato qua e là perchè il fiume è in tempesta!!
enormi ondate senza la cresta arrivano una dopo l'altra, portandoci in su ed in giù, inclinandoci paurosamente...ma nessun panico.tutti sono calmi e mi tranquillizzano.
anzi dopo averci pensato un pò decido che se rimango a bordo tutto il tempo questo autobus tornerà
da dove sono partita, dal capolinea, e dunque problema risolto, là prenderò l'autobus giusto.
sì il pensiero di telefonargli e chiedergli la strada mi ha sfiorato, ma solo per un minuto...ed abbandonato: so già le sue risposte, che non conosce le strade, che non conosce l'autobus, che non conosce la sua città, nè niente, e che sarà dunque totalmente incapace di fornire il minimo aiuto.
aiuto, questa parola così sconosciuta.
ma so che ce la faccio, ce la faccio sempre da sola.



9 commenti:

pyperita ha detto...

Un sogno molto significativo, mi pare.

dtdc ha detto...

sicura non fosse un vaporetto?
:)

nellabrezza ha detto...

sicura sicura !! era proprio un bus dell'atac di roma !!

Old man ha detto...

sempre meglio, risucire a poter contare solo su se stessi!!!

Renata_ontanoverde ha detto...

Bello questo sogno surreale.
Ed è vero che l'aiuto può venire solo dal di dentro, le risposte le dobbiamo trovare dentro di noi, altrimenti dobbiamo ripetere il percorso.

alessandra ha detto...

i sogni sono premonitori..sovente portano consiglio o illuminano la strada da prendere...insomma non bisogna sottovalutarli..ciao

Stefania ha detto...

è bello qui, mi piace il tuo blog. Ti seguo e spero di vderti da me. Ti aspetto...

nellabrezza ha detto...

ciao alessandra, in effetti quella strada già l'ho presa...

nellabrezza ha detto...

grazie stefania, passerò da te !