...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 1 marzo 2013

recensione

su recensione di old (ma ancora non l'ho letta tutta la sua, per averne ora l'opportunità con cognizione di causa..) siamo andate a teatro
a vedere valerio mastandrea    in questo lavoro, che comincia con un incidente tragico ma che volge presto al comico, per poi volgere all'amaro e finire, con uno scambio di ruoli, in un finale triste.

lavoro originale, bravi gli attori, belli i testi, bello questo teatro, tra l'altro perfetto esempio di architettura liberty, rara a roma...








ambientazione perfettamente incastonata nei nostri giorni, con il presente disincanto e certezze sconfessate.

4 commenti:

pyperita ha detto...

L'ho visto un paio di settimane fa, mi è piaciuto molto.

leggerevolare ha detto...

bellissimo il teatro... non ci ero mai stata

Old man ha detto...

sono lieto vi sia piaciuto!

Tra l'altro ieri Mastrandea appena terminato lo spettacolo è scappato via per intervenire, al Cinema America occupato (a Trastevere), al dibattito che seguiva la proiezione del suo film "Non pensarci". Proprio in gamba quell'uomo!

Soffio ha detto...

raccolgo la segnalazione