...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


mercoledì 27 marzo 2013

incontro storico

19 commenti:

Lorenzo ha detto...

Incontro storico? Mai si vide spettacolo più deprimente. Bersani seduto sul puff di Fantozzi, con i diti dei piedi intrecciati davanti a due rappresentati degli studenti della skuola okkupata.

Il nulla. Il nulla assunto a paradigma.

Old man ha detto...

una cosa che pare non si concretizzerà.

Secondo me il M5S sbaglia, ma a questo punto Bersani dovrebbe rimettere il mandato dichiarandosi indisponibile ad appoggiare (e senza il PD alla camera nessun governo può esistere) governi non a guida PD per non derogare dal mandato che i suoi elettori gli hanno dato. Quindi dimissioni di Napolitano, elezioni di un nuovo presidente della repubblica gradito al PD, scioglimento delle camere e nuove elezioni

Lorenzo ha detto...

Ma si, distruggiamo pure l'Italia per solleticare l'immaginario degli elettori "di sinistra".

Napolitano non deve dimettersi, è arrivato a fine mandato. Non si capisce perché dovrebbe essere eletto un Presidente gradito al PD se il PD non ha i numeri per fare niente. Per le nuove elezioni mi piacerebbe sapere cosa succede se alla fine della seconda tornata elettorale la situazione rimane quella che è. Si va avanti a votare all'infinito?

Secondo me facciamo prima a fare come con Monti, dichiarare che il Parlamento è incapace di intendere e di volare e quindi nominare un Presidente del Consiglio d'ufficio, chiunque sia.

nellabrezza ha detto...

l'italia l'ha già abbondantemente distrutta il berlu ed i suoi accoliti.
io ancora ci spero che si apra uno spiraglio...
e rimango dell'idea che il mov 5 stelle è la VERA rivoluzione. senza alcun dubbio.
dal filmato si vede bersani molto pieno di sè invece, ma quale fantozzi, ma non avete occhi per vedere !!..e anche molto incazzato.

Lorenzo ha detto...

Bersani potrebbe fare un governo un due minuti semplicemente accordandosi con il PDL. Il problema è che si è bruciato i ponti alle spalle dopo avere predicato per anni e anni il concetto di "questa destra" e l'odio per "berlu". Per cui adesso il segretario del grande PD, che poi altro non è che il segretario del PCI sotto mentite spoglie, è costretto a mettersi a 90 davanti ad un movimento che ha i suoi referenti fuori dal Parlamento e che ha tutto l'interesse a mandare tutto in vacca.

Io sono pessimista ma non per la "classe politica". Sono pessimista perché gli Italiani sono questi.

nellabrezza ha detto...

mai lo deve fare il governo con il pdl bersani, MAI !! berlu se ne deve andare solo che in GALERA !!

Lorenzo ha detto...

Al governo non ci andrebbe comunque "berlu", ci andrebbero dei ministri scelti tra persone "accettabili" da entrambe le parti.

Altrimenti, come dicevo, si incarica uno "esterno" come Monti e si rimette in piedi un "governo tecnico" che rende superflui tutti questi discorsi.

Old man ha detto...

il PDL non potrà mai fare riforme che servono all'italia come non le ha mai fatte negli ultimi anni per andare dietro alle manie di grandezza del suo capo. Ed il governo tecnico c'era, e proprio il PDL lo ha fatto cadere staccando la spina. Io dico che il PD (che ha i numeri per farlo) deve eleggere il nuovo presidente della repubblica e fregarsene del PDL come il PDL se ne è fregato del PD e dell'Italia (e non dimentichiamo che questa porcata - parole del suo primo firmatario - di legge elettorale l'ha approvata da solo il PDL)

Lorenzo, non è un problema di persone ma di programmi, ed i programmi di destra e di sinistra sono inconciliabili

nellabrezza ha detto...

la penso come old in questo ultima frase... ma ieri non mi andava di mettermi ulteriormente a chiacchierare di politica.
io voglio vedere i fatti, mi sono scocciata delle parole !

auguri a tutti se non ci leggiamo !!

Paolo Falconi ha detto...

Se ci ritroviamo con questa legge elettorale vuol dire che sia il PD che il PDL hanno sposato il "do ut des", chiudo un occhio su questo in cambio di quello ... e per questo che il PD ha perso credibilità anche se oggi è una forza più accettabile del PDL (ovviamente è una mia opinione).

Mah ... se è vero che la fiducia può essere data e tolta, Bersani potrebbe considerare un governo a guida M5S e dargli l'appoggio, varare insieme le riforme più importanti: passare ai fatti.

Buona Pasqua
questa sera ti consiglio di vedere la Via Crucis ... che è sempre spettacolare, e ricca di profonde riflessioni per ognuno di noi:-)

nellabrezza ha detto...

infatti la strada da percorrere per bersani ci sarebbe. ma sarebbe chiedergli troppo evidentemente...
caro paolo sono terribilmente atea... la potrei vedere solo come momento emotivo folklorico...ed ha la sua bellezza.
ma preferirei dedicarmi a qualcosa di più...terreno (??)
auguri comunque ! tu ci vai?

Lorenzo ha detto...

Quando sento parlare di "programmi" mi viene solo da ridere.

Per due motivi:
1. il PD ha presentato un programma solo DOPO le elezioni, quando era chiaro che il previsto trionfo elettorale si era sgonfiato come un suffle.

2. Il PD ha presentato 8 punti esattamente come Prodi quando girava per l'Italia con l'autobus. Gli 8 punti, compresi i sotto-paragrafi, sono una raccolta di banalità tipo "w la fica" e di emerite cacchiate.

Il problema attuale non è solo il fatto che non si riesce a nominare un governo ma che il Parlamento è diventato inutile. Si tratta di una crisi epocale della democrazia parlamentare e questa crisi non è legata alla legge elettorale, che è una delle tante balle della "sinistra", è legata al fatto che gli Italiani non riescono ad esprimere una "classe dirigente" con i valori e le capacità adeguate al momento storico. Non a caso parallelamente alla crisi della democrazia parlamentare italiana si insiste nel delegare sempre più potere alla "Europa", insieme al "governo tecnico" si tratta della ammissione implicita da parte degli Italiani di essere incapaci di governarsi da soli.

Old man ha detto...

Lorenzo, non amo parlare di politica perchè finisce sempre a chi ce l'ha più lungo, ed è un gioco che non amo. Però:

1. Il PD il suo programma lo ha presentato prima delle elezioni e, pur essendo generico, rispetto al programma di prodi era già un bel passo avanti. Poi che restasse vago e non desse abbastanza risposte ci può stare. Ma sempre meglio della balla della abolizione dell'IMU e restituzione dell'IMU versata detta da altri

2. La ingovermabilità tecnica del paese è figlia della legge elettorale che è stata fatta apposta così dal centrodestra quando i sondaggi indicavano che, ai tempi di Prodi, il PDL era in svantaggio. Questo secondo le affermazioni di chi la legge l'ha fatta e votata. Dopodiche sia a destra che a sinistra (più a destra che a sinistra secondo me ) c'è una assoluta mancanza di classe dirigente proprio perchè la attuale legge elettorale non premia chi è capace ma premia che è più bravo a dare ragione al capo, anche quando dice che l'asino vola o che la crisi non esiste

Paolo Falconi ha detto...

No, Nella
me la vedo comodamente da casa, al calduccio, in Tv.

Un saluto
con simpatia

nellabrezza ha detto...

solo i programmi sono importanti e la loro realizzazione. tutto il resto sono solo chiacchiere.

il parlamento non è affatto inutile!
io credo nelle istituzioni, ma ci deve essere un ricambio fondamentale, in questo momento. un ricambio totale della classe dirigente, oramai troppo corrotta e collusa. e non parlo del pd, che è il meno colluso di tutti i partiti !

Lorenzo ha detto...

@oldman:
Eh già, infatti le primarie del PD sono state condizionate dalla legge elettorale, per cui Bersani che ha passato una vita dentro il PCI come d'Alema non è "premiato" pur essendo capace.

Ma non farmi ridere, non farmi...

La verità è che Bersani era l'unico candidato accettabile proprio perché si deve sempre mantenere la continuità tra il PD e la forza egemone del PCI e dell'ala massimalista. E di conseguenza l'unico programma che il PD può avere e le uniche riforme che il PD può concepire sono quelle che possono derivare da una egemonia di quel tipo.

@nellabrezza
Il Parlamento è inutile per sua stessa ammissione nel momento in cui rinuncia ad esprimere un governo come ha fatto con Monti e altresì gli garantisce la conversione automatica dei decreti in legge. Cosi come è inutile oggi dato che un terzo del Parlamento vuole per forza governare, un terzo vuole demolire tutto e un terzo sta alla finestra.

Riguardo il rinnovamento, puoi rinnovare se hai a disposizione qualcosa di meglio. Altrimenti il "nuovo" è anche "peggio" del "vecchio", come nel caso evidente del movimento di Grillo, una specie di fascismo per fighetta con l'iPhone.

Old man ha detto...

:-) Lorenzo ... prometto che non replico più :-)

Premesso che a me, che non ho la tessra del PD e non ho mai avuto nessuna tessara, non dispiace, e parole come egemonia dell'area massimalista mi rimandano indietro alla mia gioventù, Bersani è stato eletto (cosa che non si può dire degli altri) alla segreteria del partito ed è stato scelto alle primarie, rischiando al ballottaggio. Di certo non è diventato segretario e candidato per grazia divina. Poi è una persona seria anche se gli manca l'appeal da leader, e quando è stato ministro a me non è dispiaciuto.

In quanto al parlamento, come diceva Petrolini, tu non devi avercela con loro, ma con chi ce li ha mandati, cioè con noi. Siamo noi che abbiamo reso inutile il parlamento mandandovi (senza neanche poterli scegliere) le persone che ora vi siedono. In definitiva, abbiamo quello ceh ci meritiamo

@enio ha detto...

incontro farsa per un pubblico più vasto... era già tutto deciso, Bersani niet, grillini Kaputt

nellabrezza ha detto...

per riprendere il discorso di old, non illudiamoci che ci sia qualcuno di perfetto ed al di sopra degli umani difetti che ci governerà, nè ora nè mai. loro sono le stesse persone che siamo noi, inutile rivestirli di doti che non hanno nè avranno mai. ci si augura soltanto che gli strumenti della democrazia li tengano a bada, e li facciano rigare diritto. la nostra costituzione prevede tutto ciò ed è a quella soltanto che il Mov 5 stelle si appella !