...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 30 novembre 2012

e c'era anche un poeta !

Baciami notte, tagliami le labbra
col tuo vento, striscio accanto
al tuo nulla, con lo spavento
...

necessario a non sparire,
il corallo rosso adatto
a incoronarti, spezzando
le ali d'ogni altro pudore
 
(Giuseppe Spinillo, lo trovate anche su fb)

teatro pubblicità

no, non sono stata al teatro india ancora...me n'ero dimenticata (ma spero in futuro...) invece voglio fare pubblicità per il teatro dell'orologio, in via dei filippini, nei sotterranei della chiesa nuova... c'è un amico (veramente è amico di un ex splinderiano che me l'ha presentato...) che sta facendo un piccolo spettacolo di quasi-cabaret, non privo di riflessioni (semi) serie...

(http://www.teatrorologio.it/index.php)



martedì 27 novembre 2012

a prop di giustificazioni !



per farvi due risate...

piramide etrusca ?


sabato nel corso del trekking, inoltratici nel bosco, oltre alla Torre di Kia del 1100 (in cui soggiornò Pasolini ed ora adibita dagli eredi ad eventi interessanti di tipo musicale e  teatrale), abbiamo visitato questa cosiddetta "piramide degli Etruschi"... un luogo sacrale evidentemente, ma la cui attribuzione agli Etruschi è ancora da confermare... c'era anche un altro sito sacro con tombe "a longuette" scavate nella roccia, ma oggi non ho modo di mettere le foto che ho scattato... oltre al trek c'è stato un approfondimento culturale ed artistico e le bruschette nel pomeriggio in cantina, condite con l'ottimo olio del viterbese e del vino freschissimo, nonchè una piccola proiezione di un ragazzo che fa molto per valorizzare un territorio abbastanza sconosciuto.

nell'ultimo weekend mi sono lasciata "portare", come abbandonata alle onde dagli amici, coinvolta nelle loro iniziative... mentre in genere mi dò da fare da sola, stavolta ho avuto il piacere di lasciarmi portare...e sono stata davvero molto contenta. ottime scelte, le loro, e ottima scelta di amicizie, la mia !

lunedì 26 novembre 2012

La cultura è anche cibo




Il cibo è cultura.
Lo sapevo già, ma non ero preparata a questo posto, magnifico. 20 mila metri quadrati di cultura del cibo, non solo alimenti.
La struttura, industriale riadattata ad altro uso pare un po’ un mercato coperto, tipo Covent Garden, amplissimo lo sguardo, luminosità piacevole, e una gamma infinita non solo di prodotti ma anche di ristoranti (non so ancora quanti!) e occasioni di degustazione !! solo la sezione birra è grande come un supermercato medio !!
L’occhio e il gusto si abbuffano  talmente che una volta seduta a tavola non posso che prendere una sontuosa…insalata!! Con trota salmonata prugne e porro freschissimo, comunque!
Un posto da non perdere assolutamente, once in Rome ! e assolutamente anche per romani doc !
Naturalmente ho anche fatto acquisti (minimi) : pane appena sfornato con i semi, orecchiette impacchettate come un regalo di natale, cioccolato amaro con cristalli di zucchero alla rosa… e le Spezianelle, spezie circondate da zucchero confettato in minutissime sassolini da sciogliere goduriosamente in bocca, come digestivi !! cose di altro mondo!
...e mi sono limitata ai soli due primi piani, in poco più di due ore non ce l’ho fatta a proseguire, ma ci torno !!


assenze

...mi fa strano non dover giustificare le "assenze" e le uscite, anche improvvise.
è da tanto, anzi forse mai mi è successo...

uscire a pranzo, o a cena, o a pranzo e cena, senza dover avvertire, spiegare, raccontare, giustificare..
strano, proprio strano, ma piacevole, lascia respirare ampio.

venerdì 23 novembre 2012

bruma novembrina

...alla ricerca immagini per la bruma novembrina guarda qua che bella foto che m'appare!...quanto mai appropriata... già perchè volevo celebrare la prima bruma novembrina, ieri pomeriggio per la prima volta apparsa qui nella soleggiatissima periferia della capitale... il segno che siamo in inverno, finalmente ! ah quanto l'amo.....la bruma del primo pomeriggio !

Gentilmente

Noi tendiamo ad innamorarci quando siamo pronti a cambiare. Perchè siamo mutati interiormente, perchè è cambiato il mondo attorno a noi, perchè non riusciamo più realizzare i nostri desideri o ad esprimere le nostre potenzialità. Allora cerchiamo qualcuno che ci indichi la strada e ci faccia assaporare un nuovo modo di essere. Possiamo perciò innamorarci a qualsiasi età, ma soprattutto nelle svolte della nostra vita. Quando passiamo delle scuole elementari alle medie, poi alle superiori, all’università, o quando cambiamo lavoro, o a quarant’anni quando inizia la maturità o a sessanta, o a settanta quando inizia la vecchiaia. Oppure quando la vecchia relazione si è consumata, o il mondo è cambiato e noi cerchiamo un nuovo accordo con esso.

Gentilmente mi han passato questo pensiero di Francesco Alberoni, e desidero condividerlo.
Sterzatori di tutto il mondo, uniamoci !!

giovedì 22 novembre 2012

Provocazioni



(ciò che si chiede all'arte è consapevolezza, dolorosa consapevolezza ?)


"Quante sono le donne uccise dalla violenza di genere in Italia? La realtà è che non esistono dati ufficiali. La fonte più attendibile è la lista compilata dallaCasa delle donne di Bologna, che attraverso le notizie della stampa aggiunge quasi quotidianamente un nome al triste bollettino.
Ricordare i numeri non è esercizio matematico: il 25 novembre è la Giornata mondiale della violenza sulle donne, moltissime sono le iniziative, scarso l'interesse legislativo concreto.
Ormai siamo a quota 103, una escalation : nel 2006 furono 101, nel 2007 107, nel 2008 112, nel 2009 119 e nel 2010 127...."
(huffpost italia: http://huff.to/105qsIF)

martedì 20 novembre 2012

ad ogni buon conto

"Cari uomini, dire "Ti amo" non provoca impotenza"!

Luciana Littizzetto (e tutte le altre!)

la prima

è andata, la prima (?) notte della "nuova" vita, che non è affatto la prima volta ma il terzo tentativo...
spero stavolta di non subire pressioni e di non dover tornare indietro.

sono contenta perchè tutti sono sereni, finalmente.
sono contenta perchè la loro serenità è anche la mia...senza alcun dubbio.

dopo tanto tempo sono riuscita ad ottenere almeno questa bellissima cosa,
anche se mi è costata moltissimo. moltissimo e moltissimo.

ma, come quando si partorisce un bambino, tutti i dolori si dimenticano, di fronte alla nuova vita.

è un giorno bello...

lunedì 19 novembre 2012

Quotidiano

Stragedi bambini a Gaza. Quando le bombe cadono in un territorio fittamente popolato e in uno spazio fitto di case non possono che fare strage. Andare a scannarsi altrove, a chi vuole e ama farlo, sarebbe oltremodo utile.

Nell'agosto 2100 gennaio sarà caldo come agosto.

Io per fortuna non ci sarò. Ora non so se proseguire nella lettura, già è parecchio da sopportare per un lunedì mattina...

domenica 18 novembre 2012

Hommage


(Concerto all'Olympia del 1963)

Mostra foto Doisneau, Roma



Imperdibile.

Leggiadria, gaiezza, bellezza... allegria e sottile ironia.... queste belle foto strappano sorrisi continuamente!

Una mostra imperdibile, vi darà molto in poco spazio e poca spesa...

Ero andata per l'altra mostra, quella su La via della seta, che tuttavia non è risultata un granchè...

Così son salita al piano alto, sbagliando, e sono anche capitata in un posto che mi ha colpito al cuore, nel riconoscerlo, essendo lo stesso posto dove un giorno lontano.... ma lasciamo stare i ricordi, suvvia... !

Dicevo che disponendo ancora di una mezzoretta di tempo ed avendo il biglietto valido per tutte le mostre lì, nel Palazzo contenute, mi son detta "vabbè basta che ti sbrighi, val la pena di dare un'occhiata no?" e dopo l'ho scoperta dove fosse davvero, non al piano superiore, ma nascosta "dietro" una sala dell'altra mostra, quella su La Via..

Ed è stato un susseguirsi ed un crescendo di sorrisi, di divertissement, di scoperte, di amore per una città fantastica, che in parte conosco già essendoci stata ben 3 volte...un susseguirsi di foto senza alcuno schema cronologico, da scoprire vagando di sala in sala, di pannello in pannello, scoprendo  gente divertente e divertita, rittratta diverntendosi come fa proprio lui, Doisneau, che ci dà con leggiadria il senso di joie de vivre e savoir vivre tutti parigini !!

Ripeto, imperdibile. Senza alcun dubbio la mostra migliore del Palazzo.

un popolo di bambini ha bisogno di favole ?

copiato da fb

venerdì 16 novembre 2012

giustizia

il palazzo sulla destra è il ministero di grazia e giustizia, in via arenula a roma, dove sono avvenuti scontri ieri tra polizia e manifestanti, quelli nella strada sottostante.
si vede la traiettoria di candelotti lacrimogeni, 4, che si vedono bene nel filmato amatoriale mandato in onda anche dal tg, gettati sulla folla DALL'ALTO, cioè dal palazzo stesso, invece che ricadenti dopo esser stati sparati in aria, come previsto dalla legge (sarà la legge antisommossa)
il palazzo non è penetrabile nè visitabile liberamente, ma ha all'ingresso uno sbarramento con controllo personale, vi fanno quasi i raggi prima di farvi passare, per esempio...

la ministra ha ordinato un'inchiesta. e ci credo, questo filmato inchioderà a precise responsabilità... la scena è stata ripresa da alcuni ragazzi affacciati al balcone del palazzo di fronte.

il ponte sullo sfondo, che non si vede bene, è quello dove fu uccisa giorgiana masi, tanti anni fa, da un proiettile vagante, nel corso di una manifestazione. colpita in pieno da qualcuno che sparò ad altezza cuore di ragazza.

caso

certe cose par che accadano per caso.
che per caso ti trovi a coincidere su un qualcosa...

certo per caso eri lì quel giorno a quell'ora.

certo per caso hai girato a destra e per caso sei arrivata a quell'ora lì, giusto in tempo per.

le infinite varietà del caso.
ne esistono di miliardi di variabili, praticamente infinite...

eppure è successo proprio che ti trovassi lì - o qui - quel giorno, e che ci trovassimo.

...e tutto per caso !

un caso fortuito, o fortunato direi.

giovedì 15 novembre 2012

piena

a ponte Milvio

e all'isola Tiberina lato dx

mai vista una piena così. è arrivata a 50 cm dal livello esondazione

mercoledì 14 novembre 2012

Girasoli


Locanda dei Girasoli, l'appello di Medici: "Non lasciamoli appassire"

Giovedì 15 novembre - alle ore 12 - la Locanda dei girasoli di via dei Sulpici 117 ospiterà una conferenza stampa per lanciare una campagna d'aiuto. Il contraccolpo dovuto alla crisi economica è stato avvertito dalla nota pizzeria 'solidale', per questo Sandro Medici, presidente del Municipio X, ha deciso di organizzare questa iniziativa al fine di scongiurare la fine di un progetto umano, oltre che economico, molto importante. "Con noi, con i nostri ragazzi e le loro famiglie, a darci una mano e a regalarci un sorriso, ci saranno anche i conduttori del 'Ruggito del coniglio' - si legge in una nota di Medici -, Marco Presta e Antonello Dose".
 
"La Locanda dei girasoli sta per chiudere perché rischia il fallimento. Il ristorante più buono di Roma, buono perché si mangia benissimo e buono perché solidale e generoso, sta attraversando una seria difficoltà economica che sta mettendo in discussione la sua stessa sopravvivenza - ha poi dichiarato Medici -. A causa della generale crisi che viviamo, le spese sono cresciute in maniera insostenibile e la stessa clientela ha subito un calo preoccupante; tutto ciò ha finito per ridurre il fatturato e accumulare un cospicuo debito d'esercizio".“
PROGETTO SOCIALE - "La Locanda dei girasoli non è un ristorante come gli altri, anche se come gli altri subisce i contraccolpi della crisi economica - prosegue Medici - . E' un progetto sociale straordinario, unico a Roma, che permette a un gruppo di ragazzi e ragazze down di lavorare e garantirsi un proprio reddito, per non pesare né sull'assistenza pubblica né sulle famiglie. La rilevanza di questo progetto è quindi nel tentativo di finanziare in proprio un'attività che dovrebbe essere sostenuta dall'intervento pubblico. E nel corso degli anni questo tentativo, pur tra difficoltà, è stato comunque in grado di garantirsi l'autosufficienza. Purtroppo, nell'ultimo scorcio l'attività di somministrazione si è ridotta e i debiti sono cresciuti".
L'APPELLO - "Non possiamo rassegnarci ad assistere inerti alla liquidazione di un progetto tanto importante e suggestivo, un progetto d'integrazione sociale che nel tempo è diventato un modello che altri hanno replicato. Non possiamo insomma spegnere una speranza. Chiediamo aiuto, chiediamo a tutti e a tutte di sostenere la Locanda dei girasoli. Contribuendo come possono e nelle forme che ritengono. Ma soprattutto con offerte immediate che consentano di ripianare subito il debito per poi rilanciare l'attività. Ci rivolgiamo al mondo delle imprese e della cooperazione, alle fondazioni bancarie, alle istituzioni pubbliche - ha quindi concluso il presidente del Municipio X -, spesso distratte o impegnate in altre direzioni, alle persone che si sentono vicine e disponibili, a chiunque insomma voglia coltivare i girasoli".


Dritto e rovescio

a me il dritto ed il rovescio, il lavoro semplice no, non mi piace. a me son sempre piaciuti i lavori complicati, la maglia che ti ci devi rompere il capo. finora.

martedì 13 novembre 2012

A heart of gold


I want to live, I want to give
I've been a miner for a heart of gold
It's these expressions I never give
That keep me searching for a heart of gold
And I'm getting old

Keep me searchin for a heart of gold
And I'm gettin old

I've been to Hollywood, I've been to Redwood
I crossed the ocean for a heart of gold
I've been in my mind, It's such a fine line
That keeps me searchin for a heart of gold
And I'm getting old

Keeps me searchin for a heart of gold
And I'm getting old

ma gli animali...

ma gli animali possono udire il rumore che fanno i nostri pensieri quando si formano e si agitano nella mente ? perchè immagino che gli animali, e i gatti in particolare siano sintonizzati su altre onde, che abbiano udito più fantastico del nostro, che possano percepire il rumore delle nostre vibrazioni mentali...

secondo me sì, li sentono..

lunedì 12 novembre 2012

Regalo (Sgrinfia x Anton)


settimana del baratto

Un desiderio di molti B&B della Settimana del Baratto riguarda l'arricchimento del bagaglio letterario della struttura e dell'offerta libraria agli ospiti. Scoprite a questo link tutti i B&B che vi offrono ospitalità in cambio di libri e/o fumetti: http://www.settimanadelbaratto.it/lista_desideri.cfm?idcategoria=3

domenica 11 novembre 2012

Maxxxi (Museo Arti XXmo secolo)

da non perdere, once in rome !
 esterno ... da una angolazione, ma ce ne sono altre ... nessuna in rete mi soddisfa, andrò e ne farò io stessa;

             un interno, dei tanti .....   è un labirinto tridimensionale, davvero !!!

 e questo è lo scheletro di un uomo-uccello, installazione del 2010...
c'erano delle proiezioni in concomitanza con il festival del cinema all'auditorium poco distante.. ma la vita di un santo raccontataà la maniére de Pasolini era troppo, troppo noiosa, la corazzata Potionkim un cartoon a paragone ! dopo essermi assopita un paio di volte - straordinariamente rilassante quel film, forse ipnotico ? - siamo usciti in una dolce serata che non si può chiamare novembrina, tant'è che al caffè all'aperto, per di più deliziosamente deserto, siam restati fino a mezzanotte !!

(12 novembre): è..un'esperienza sensoriale dello spazio, degli spazi. a me mi spiazza molto, e non sono tipo da esser spiazzata facilmente, ma questo posto è costruito in un modo inimmaginabile per i nostri consueti schemi mentali di entrata-tragitto-uscita...no, è tuttaltro.
l'entrata non la vedi, non la percepisci, se non vedendo altri entrare/uscire, e quando sei entrata ancora c'è un altro spiazzamento di luogo di forme di concetti,  pichè ci sono diverse possibilità di proseguimento, di ulteriore entrata, di direzione, in alto ed in basso, seguendo direttrici diverse.
poi di sera questo giardino tranquillo, desueto nelle forme e nei materiali, con le luci soffuse che spingono lo sguardo lontano verso un orizzonte che sembra infinito, è un'oasi di pace...

sabato 10 novembre 2012

Trst

mi segnalano pochi versi,  e cerco e trovo...:


Trieste ha una scontrosa
grazia. Se piace,                                              
è come un ragazzaccio aspro e vorace,
con gli occhi azzurri e mani troppo grandi
per regalare un fiore;
come un amore
con gelosia.

(Umberto Saba)


Ma la memoria mi tradisce, ho solo un flebile ricordo di Saba, e così di Svevo...

Ma già un viaggio porta con sè un incalcolabile peso in conoscenza di persone, e sensazioni, e immagini... sarebbe da mettersi a tavolino per mesi prima di partire ?... troppo è troppo impegno. 
Esiste anche un'altra scuola di pensiero: quella di partire senza sapere nulla, e lasciarsi travolgere una volta lì, da ciò che accadrà. Senza programmare nulla, senza studiare nulla.

Ecco, opterei per la seconda che ho detto.


while you sleep..


venerdì 9 novembre 2012

Ma è mai possibile che una mattina si sveglia un cretino, che non dovrebbe esserlo in quanto dirigente di una istituzione, ma oramai dovremmo averlo capito che sono TUTTI molto cretini sennò non sarebbero dirigenti istituzionali, si sveglia e dice due cretinate due e tutto il Paese come un branco di deficienti si mette a commentare per ore le sue baggianate ?
Ma signori giornalisti… quando selezionate le notizie non potreste usare un po’ di giudizio, di senso critico, di logica ? Anche voi come tante pecore dietro le insulsaggini prive di sostanza… tutto il giorno ieri ci avete ribadito le stronzate espresse in merito al riscaldamento nelle scuole…. Perché nessuno chiede all’idiota di far spegnere ALMENO le luci in tutte le scuole del regno di notte, quando non c’è nessuno dentro gli edifici ed io mi chiedo sempre PERCHE’ nessuno spenga tutte le luci uscendo come faccio sempre io a casa mia ?
Quanto si risparmierebbe non se l’è chiesto, il dirigente… e magari si poteva anche tagliare qualche testa di dirigente, per risparmiare davvero.

Le p'tit prince et la rose


ecco. ci sono libri che non sono riuscita a terminare..
questo è uno di quelli che ho soltanto incominciato. questo che appare come un piccolo librino da dare a leggere ai bambini delle elementari, e che si rivela invece un ponderoso testo di filosofia, di poesia.
il motivo per cui non ne proseguii la lettura è presto detto: avevo bisogno di condividere immediatamente ciò che andavo leggendo.
avevo bisogno di condividere con qualcuno che capisse, che sentisse come io sentivo...
una mancanza squisitamente intellettuale, o emotiva.
perchè questo è un delizioso piccolo libro zeppo di poesia, di emotività, di amore e di tanto altro.
immediatamente ho realizzato che ci voleva una persona, la persona, quella giusta, per continuare a leggerlo.
leggerlo da soli questo libro è...triste. riduttivo. c'è bisogno di commentarlo spesso, ci si deve fermare ad ogni pagina, per riflettere molto e scambiarsi opinioni e bellezza, ad ogni pagina !

oggi uno scorpione-ascendente-vergine (o era il contrario ?) me ne riporta il ricordo, facendomi dono, attraverso una piccola canzone semi-sconosciuta, di uno dei brani più belli (ma ce ne sono molti di bei brani...)
e mi fa ricordare di non aver mai finito di leggerlo. per poter leggerlo insieme.
tuttavia c'è ancora tempo...

grazie stef !! sei un grande.

giovedì 8 novembre 2012

what's love got to do with it ???


concert

ROMA


UNIVERS1TA CATTOLICA
dei sacro cuore

La S.V. è invitata mercoledì 7 novembre 2012, alle ore 21,00, nell'Auditorium dell'Università Cattolica,
per il concerto inaugurale della stagione 2012-13 de "1 Concerti del Mercoledì"
-
Direzione Artistica Prof. Pietro Bria e M. Alessandro De Luca - con il seguente programma:
ORCHESTRA SINFONICA GIOVANILEALESSIO ALLEGRINI, direttoreL.Y. Beethoven - Egmont, ouverture in fa minore op. 84E Schubert - Sinfonia n. 8 in si minore "Incompiuta" D. 759L.Y. Beethoven - Sinfonia n. 5 in do minore op. 67
LA DIREZIONE ........................................................
Il presente invito è valido per due persone, si prega di confermare al Servizio ManJstazioni entro lunedì 5 novembre 2012
R.S.V.P. - tel. 06 3015.571514074 fax 06 3051732

mercoledì 7 novembre 2012

settembre ...anche se siamo a novembre !


azz ! non mi ricordo mai come si fa a mettere il video in modo che si veda... spero che qualche anima buona me lo ricordi, domani quando vedrà che non sono riuscita... (GRAZIE ENDI!)

chiacchierando con un'amica di vecchia data con cui non ci si vede da almeno ventanni ci siamo ritrovate a parlare de....l'amore !! così siamo addivenute a considerazioni serie ....
innamorarsi in età matura è come farsi un lifting all'anima !
perchè è senza dubbio un ringiovanire dell'anima che non tutti riescono ad affrontare..
non tutti trovano il coraggio di mettersi in gioco, di voler rischiare l'osso del collo, per provare ancora tutte quelle sensazioni che sono oramai dimenticate e non si riesce facilmente a ritrovare dentro di sè...
io penso che sia una bella cosa, anche se si paga profumatamente.
ma del resto tutto si paga e  pagare per qualcosa che ci  piace e che vogliamo e che abbiamo scelto è sempre preferibile al pagare ciò che ci hanno imposto.
buona serata e buona notte...

amici


Scorpio

Ma sò pesanti…!!  Ma quanto sò pesi  ‘sti/e  scorpioni/e ! ?
Così eccomi arrivata al terzo/a, il/la terzo/a  scorpione/a che si risente… !!
Con tutte le qualità affascinanti che hanno, e di cui subisco tutto l’ascendente, per una cosa futile (che dico/faccio e del resto sono molte le cose futili che faccio e dico…;-))) sono capaci di adombrarsi ed offendersi mortalmente... e spero che non mi tolgano la loro bella amicizia!
Non lo capisco tutto questo amor proprio offeso, perché mi reputo molto rispettosa delle persone…come non riesco a razionalizzare il motivo per cui queste personalità così oscure, ed  ombrose, così tanto in contrasto con l’aperta solare sincerità che posseggo e che sembra davvero essere in antitesi al loro celare e nascondere e proteggere nell’ombra, mi attraggano così tanto.
Care/i  Scorpioncine e Scorpioncini che tanto apprezzo, non ve la prendete  !!
La vita è breve, effimera, e non si può perdere tempo ed energie a prendersela di petto…leggerezza ci vuole ! leggerezza !! – ogni tanto. E a voi nun ve se pò ddì niente !!!
Vi voglio molto bene a tutte/i e adoro stare con voi !.lo so a volte sono scemotta e sbadata, però perdonatemelo ! ognuno è come è, diverso dagli altri, per fortuna!
 E basta così, chè non mi va di scivolare nell’adulazione eh!

(E non avete notato la bellissima statuina in porcellana Royal Copenhagen!!!)

molto verde

...era proprio molto verde quel giorno
di un verde asquillante, accecante
e avvolgente di abbracci
peccato aver gettato le foto
in un empito di rabbia
che sarebbero solo
un pallido ricordo
dell'estasiante bellezza

ci sono giorni colorati, appunto!

un abbraccio

martedì 6 novembre 2012

la Sgrinfia











Questa è la Sgrinfia resuscitata, quella creaturella che disgraziatamente ho visto morire, soffrendone tutto lo strazio... ora completamente ristabilita !

Le è rimasta una certa dolcezza, e desiderio di farsi coccolare che è invece assente nelle altre due...
Non è un amore ??? E sicuramente la prediletta...

lunedì 5 novembre 2012

scritti antichi




"sì, sono stato amato e ho amato, con tutto il desiderio e tutta l'incapacità di dimostrarlo.
infatti ho fallito, cogliendo il bersaglio si potrebbe dire.
ho nutrito la mia anima e ho ferito l'amore.

già: è il gioco della bella e la bestia.
la bestia sente ma corrisponde con le qualità che ha: bruttezza e naturale ferocia.
il gioco può diventare pericoloso.
non si trasformerà in bel principe.
l'unica strada possibile, l'unica soluzione è come sempre l'amore... mi amerai ?
mi amerai come sono?"


già, dico io,è proprio vero che la soluzione è l'amore !!... ma non l'essere amato soltanto,
è l'amare l'altro essere ciò che spezza l'incantesimo... perchè la bestia si trasforma in principe proprio quando ama, quando prova amore per la sua bella, non solo per se stesso !
(e ciò che è accaduto una volta non è detto che debba ripetersi)

foto


decreasing enthusiasm

partenza 21.54, per fortuna la stazione è vicina a casa di Renata, esco all'ultimo minuto, un autobus per tre fermate, poi a bordo subito, il treno è già pronto con i lettini fatti.
cerco di dormire ..ma mi sveglio ogni volta che il treno si ferma, nella notte, e si sarà fermato più di una decina di volte !! sento caldo, poi freddo, poi l'aria è ferma, poi la riavviano...mi fa male la spalla, per fortuna il dolore al fianco mi dà requie, non come la scorsa notte..

arrivo alle 6.10, ben dieci minuti di anticipo !

rapida colazione in uno dei bar della stazione, yogurt da bere e caffè.

metropolitana raggiunta senza uscire dalla stazione, ma comunque dopo un tragitto a piedi di un quarto d'ora,
e un paio di scale mobili erano ferme sgrunt !

scesa dalla metro arrivo a piedi al capolinea dell'autobus, circa alle 7.

arrivo nei pressi di casa, un altro quarto d'ora a piedi per raggiungerla, con la valigiotta dietro.

rapida doccia, cambio abiti, chiavi dell'auto, raggiungo la stazione vicina a casa, sei km.

prendo il trenino delle 8.02, 8 minuti per la stazione nei pressi dell'ufficio, altro tram per tre fermate,
ore 8.35 apro l'ufficio.

comincio ad invecchiare, a sentire la fatica... solo qualche anno fa un post così non l'avrei mica concepito.
tuttavia non c'è piacere nelle cose se non si conquistano. perciò va bene così.

domenica 4 novembre 2012

ele audace


Renata ha intitolato questa foto, scaricandola, eleaudace. A ragione perchè ero proprio sul molo Audace, in quel di Trieste, felicissima città di mare e di monti, dolce e dura, incuneata come un avamposto in terra straniera... naturalmente la mia audacia è stata premiata e ben due giorni di sole pieno e 16 gradi di temperatura han deliziato il nostro colto vagabondare. Senza guida cartacea chè la Renata è un pozzo di informazioni senza fine, amando come ama la sua bella città..e persino sul caffè ora so un mucchio di storie ed informazioni che mai avrei sospettato.
Proprio su questo molo storico, dove il 3 novembre del 1918 entravano le navi italiane a tripudio della fine della guerra e definitiva unione alla madrepatria, alla cerimonia rievocativa serale, ai canti dei bersaglieri (ma ne mancava uno :-))!) mi sono definitivamente commossa all'amor di patria, così come accadutomi sul monte Cauriol la scorsa estate.
Tra l'altro il 3 novembre è anche il compleanno di un'altra cara amica di qui, e così abbiam finito a libare specialità di pesce annaffiate abbondantemente da un delizioso Pinot grigio...

Bella gente e bellissima città. Magnifico il Museo Civico Revoltella, dove ho scoperto una messe di pittori triestini di fine 800 e primi 900 per lo più sconosciuti ma con nulla da invidiare alle maggiori correnti pittoriche europee del tempo.

Beh non voglio tediarvi con racconti dettagliati. Perchè poi penso che dobbiate venire di persona, viaggiare, muovervi, conoscere e conoscervi... Prima che l'artrite vi colga eh?!?

giovedì 1 novembre 2012

monetine di a.


                                           
                                         io le vedo,
                                            tutte disseminate intorno a te
                                           rilucere nel buio
                                           ogni notte, una dopo l'altra
                                           come piccole fiammelle
                                           nel silenzio vegliare,
                                           piccole preziose tranquille presenze,
                                          dolcemente allegre
                                          il tuo sonno

nubifragi




ho rinviato la partenza all'ultimo minuto, sobbarcandomi anche il viaggio in stazione per non perdere il biglietto.
..qui c'era un nubifragio in corso che è durato due ore... la cortina d'acqua che veniva giù era così fitta e spessa da non lasciar vedere la collina di fronte...già immaginavo qualche ponte sul fiume, sui fiumi su verso il nord, travolti dalla piena, e anche il treno trascinato nei gorghi...magari con me dentro ohibò...

rimandare 24 ore non sarà poi un dramma...così faccio il bagaglio con calma.
fare il bagaglio è cosa che aborro.