...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


domenica 30 settembre 2012

e dopo ... (dualità)

e dopo essere stata (ieri sera) a tu per tu  con la camusso (nella sede storica del più grosso sindacato italiano di cui ricorreva il 106° anniversario), con la mazzucco e lucarelli a villa celimontana, e tornatore che ha ricevuto un premio dalla società delle nazioni, ed ha rilasciato una meravigliosa intervista sul cinema, e alla festa di campagna amica ambrogio sparagna che suonava, tutto dal vero... stamatttina mi metto gli stivali, chè ha piovuto, e me ne vado a lavorà in campagna... può essere che ci scappa pure un pò de cicoria !!

venerdì 28 settembre 2012

matrimonio

...stamane non riconoscevo tra gli amici di fb, una ragazza che ho conosciuto la scorsa estate.

mi ha (piacevolmente) colpito che improvvisamente, stamane, il suo profilo, la sua bacheca fossero
del tutto cambiati, nome ed aspetto... poichè... SI E' SPOSATA ! ed ora si fa chiamare signora Tal dei Tali.

che bell'orgoglio !! e che cambiamento, per lui, per l'uomo della vita  !! (e si vede che è un uomo vero, che se lo merita, il cambiamento !!!)

 mi sembra tanto strano di questi tempi, che si possa essere così fiere ed orgogliose, e felici di un sogno avverato.

quelli

è vero, quelli come me  (e qualcuno uno di sinistra) credono negli esseri umani.

credono sempre che siano veri, e che dicano
il vero, che rivelino il loro pensiero,
i loro sentimenti...e credono che siano
sentimenti buoni, che danno gioia...

credono che siano fondamentalmente
buoni, e degni di essere amati totalmente.

proiettano il loro essere sinceramente
se stessi negli altri, nell'illusione che dare
la fiducia e l'amore migliori le persone

pensiero del giorno...non mio

A goal is not always meant to be reached, it often serves simply as something to aim at.


I totally agree...

giovedì 27 settembre 2012

lezioni


Lezioni d’amore
da un’idea di David Riondino e Ginevra Bompiani
Dieci intellettuali, partendo da testi letterari e filosofici, dalla loro stessa esperienza e dalla nostra, parleranno di quella materia infuocata che nessuno ha mai saputo gestire: l’amore. Dall’esitazione al disamore, passando per le fasi gelide o ardenti del sentimento più comune, le lezioni esploreranno ogni aspetto e ogni piega del desiderio di essere ricambiati e della pena che spesso ne viene.
Le lezioni si svolgeranno tutti i giovedì per dieci settimane a partire dal 27 settembre alle ore 18:30 presso il Teatro Tor di Nona, via degli Acquasparta
per visualizzare la mappa clicca qui


27 Settembre 2012 – esitazione“Se esistono parole per dirlo, è possibile.”
Sandro Veronesi è uno scrittore. Con Caos Calmo nel 2006 ha vinto il Premio Strega. Collabora con numerosi quotidiani e riviste letterarie ed è tra i fondatori della casa editrice Fandango


3 Ottobre 2012 – disamore“Le donne hanno più confidenza col dolore. Del corpo, dell’anima. È un compagno di vita, è un nemico tanto familiare da esser quasi amico, è una cosa che c’è e non c’è molto da discutere.”
Concita De Gregorio, giornalista e scrittrice, firma storica de «la Repubblica» dove attualmente lavora, è stata per tre anni direttore de «l’Unità». Tra i suoi libri: Una madre lo sa. Tutte le ombre dell’amore perfetto (2006) e Malamore (2008), Così è la vita (2011


11 Ottobre 2012 – gelosia“Solo i coraggiosi possono amare, tutto il resto è coppia.”
Barbara Alberti è scrittrice di romanzi, saggi, biografie fantastiche e sceneggiature per il cinema. Con nottetempo ha pubblicato il gransasso Letture da treno (2008)e Amore è il mese più crudele (2012).

29 Novembre 2012 – desiderio“L’amore è inventare l’altro con tutta la nostra fantasia e con tutte le nostre forze, senza cedere di un millimetro alla realtà.”
Gianrico Carofiglio, magistrato e scrittore. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo. Per nottetempo ha pubblicato il racconto Non esiste saggezza, che chiude il romanzo Quella mattina a Noto (2008) e il sasso Il paradosso del poliziotto (2009).

martedì 25 settembre 2012

madrid in diretta

sono le 22. su fb esce la notizia che questa manifestazione che si sta svolgendo a madrid sta assediando il parlamento... compatti questi madrileni contro il governo. noi no. comunque la polizia ha caricato, ma loro resistono.

incertezze

una bella ragazza viene a fare le fotocopie nel negozio.
nel negozio della mia amica G., dove vado a fare due chiacchiere ogni tanto, sul finire del giorno.

G. spiritosamente chiede :"mi scusi, ma lei è fidanzata? perchè io ho un figlio tanto carino, mi piacerebbe proprio che si trovasse una fidanzatina bella come lei..."

la bella ragazza si rabbuia in volto, ma non per lo scherzo, cui del resto mi sono aggiunta proponendo il mio bel figlio pure sfidanzato.. la bella ragazza dice: "il fatto è che non lo so, non ne sono sicura, di esserlo! il mio fidanzato è ancora indeciso.., perciò io non lo so"

ah ho capito. 
è che questi uomini moderni non sono mai sicuri di fare i fidanzati.
amara conclusione.
per la bella ragazza ventenne, chè noi over fifty  almeno qualche fidanzato certo in gioventù l'abbiamo ben avuto. 
amara condivisione di non esser sole ad incazzarci con le indecisioni maschili di sempre.

lunedì 24 settembre 2012

Indissolubilmente

A certi posti rimane legato, nel tempo, il ricordo di una persona, o di una sensazione...e certi dipinti ce ne rinfrescano la memoria :

... tuttavia qui volevo far notare la bravura del pittore nel padroneggiare questi bianchi che invadono e dominano tutto lo spazio !

per farmi perdonare la grossolana ironia vi invito a gustarvi questo quadro... che si intitola "th big fish!... ironia che ho notato solo da lontano.



E per finire un "pierrot lunaire" insolitamente crudele e determinato, invece che romantico e melanconico.

...ce ne sono.!

corsa


...questo è un caffè unico (Caffè Tadolini, Via del Babuino, Roma), posizionato dentro un atelier storico, di una famiglia di scultori famosi, discendenti di un allievo di Canova... è un ottimo posto da mostrare agli amici in visita, in una città in cui i caffè non sono una tradizione così ben consolidata come nel nord europa per esempio. certamente questa è una scultura non propriamente "classica", come l'altra in secondo piano, per esempio, in quanto risalente ai primi anni del secolo, ma è così deliziosamente "in corsa", così futurista...che secondo me merita una giusta evidenza !

stasera Cesare


...questo film, nientepopodimenochè dei fratelli TAVIANI (!!!), e che è stato anche premiato ora non ricordo come e dove, stasera sarà proiettato alla biblioteca di Villa Leopardi, Via Makallè, quartiere Trieste.

per i romani mi sembrava doveroso pubblicizzarlo. anche perchè al cinema non lo vedrete MAI !

venerdì 21 settembre 2012

post x immagini

stamattina mi ero pensata il post molto presto.. incominciando la giornata in modo diverso mi piaceva raccontarne... invece non ho avuto tempo, ed è già quasi cominciato il weekend.
così per ora vi metto solo le foto, è già molto. in effetti si potrebbe comunicare solo con immagini. sarebbe bello ! le interpretazioni sarebbero varie e variabili... buon fine sett !


giovedì 20 settembre 2012

valore obsoleto

il post di  bruno, www.psicoverona.blogspot.com mi induce sconfortanti riflessioni...

è da talmente tanto tempo ed è talmente frequente incontrare, e subire anche, questi comportamenti, che non li noto neppure più... con una certa amara rassegnazione mi ci sono così abituata che quasi sempre li giustifico e li accetto.
mi sembra che siano diventati pane comune, che siano entrati e radicati nel costume di questi nostri tempi.
e non solo da sconosciuti ma da amici e persone che a vario titolo ci si avvicinano.

l'onestà non è più un valore praticato, evidentemente... è obsoleto

ne riporto i passi che mi hanno tanto colpito, per chi non l'ha letto:

L'onestà è chi ti dice: "posso darti questo, di più non posso".
L'onestà è chiamare le cose col proprio nome.
Onestà è non promettere ciò che non puoi dare.
Onestà è non prendere in giro chi hai di fronte sapendo che si fida di te.
Onestà è non camuffare le cose per farle apparire più belle di quello che sono.
Onesto è chi cerca di rimediare con umiltà.
Onesti lo siamo quando non mentiamo nè a noi stessi nè all'altro.
 

inizia oggi

http://blog.fotografiafestival.it/circuito-2012/

martedì 18 settembre 2012

stupida vita e stupidaggini paurose

 
 
..."credi, è un peccato grave verso se stessi dire che il pensiero dell'altro ti porta via dalla tua stessa vita. dire una cosa così bella è un peccato grave anche verso l'altro. perchè non riuscirai ad essere coerente e ti mancherai e lo farai pesare anche all'altro.
quella cosa bella si trasformerà in catena."...
 
 
ma che corbellerie?!?!
ma amare non è assolutamente peccato !!
 
è qualcosa che si AGGIUNGE all'amore verso se stessi !!
cioè si ama se stessi attraverso un altro essere umano, che si ama quanto se stessi. e addirittura di più, e questa è la tremenda bellezza e potenza dell'amore...
 
ed è proprio l'amore verso se stessi che ci fa amare gli altri !!
 
 
che enormità definire l'amare e l'essere amati solo una pesante catena.
 
quando è gioia, gioia pura !!!
 
e poi anche lacrime.  cioè tutto ciò che dà veramente sostanza a questa nostra stupida vita !

gabriella ferri



Quando scomparve nel 2004, sulla piazza del quartiere Testaccio, le finestre si aprirono tutte e da ogni casa risuonarono le sue canzoni, si riversarono in strada come a volerla trattenere ancora un po’ sui sampietrini. Lì era nata nel ‘42, testaccina purosangue, frangia bionda e occhi d’acqua. Lì da piccola aveva sentito stornelli all’osteria e sulla bocca delle lavandaie, canti d’amore, di coltelli e di galera. Aveva bazzicato mille mestieri prima di guadagnare la tv, il palco del Piper, del Bagaglino e di Sanremo, prima di incidere dischi che avrebbero venduto anche oltre i confini italiani. Era stata venditrice di biscotti e di lamette da barba al mercato, era stata la commessa, la vicina di ballatoio o di tavolo in trattoria. E questo era rimasta, popolana e popolare, eppure personalità tutta speciale, il pagliaccio fiero, allegro e disperato, lo spirito libero e tormentato che così bene dipingeva nella sua Sempre: «Tanto buio, tanto colore, tanta noia, tanto amore, tante sciocchezze, tante passioni, tanto silenzio, tante canzoni”…
A celebrarla è l’iniziativa Nata da Roma, lanciata da Vanessa Cremaschi e sostenuta da Roma Capitale, un viaggio emozionale a più tappe. Oggi alle 16.30 parte con lo spettacolo realizzato da donne per altre donne, presso la Casa Circondariale Femminile di Rebibbia.L’altro concerto sarà aperto al pubblico, il 28 settembre alle 18,30 al Ceis, Centro Italiano di Solidarietà Don Mario Picchi, con in aggiunta gli elementi dell’Orchestraccia.
(brani tratti da Il Messaggero di oggi)

lunedì 17 settembre 2012

Settembre

 campagna...
o mare che sia,


 settembre è un mese adorabile...ed io mi sento veramente in forma, con queste temperature, con questi colori e tante energie, che mi sembra di essere leggera, molto più leggera di quanto sia, e di poter volare...

inoltre faccio la cura dei fichidindia, e questa è la fruttificazione record di una sola pala, ben 10 frutti !!!:
   

Regge ed acque

 quella vera, nel crepuscolo...
e quella ricostruita in scala.

C'è una piccola discrepanza nella simmetria delle finestre, e nel loro numero,prontamente fatta notare al modellista, un signore che si diletta nel modellismo (fedele), dal sagace spirito di osservazione di A.
La discrepanza si spiega con il fatto che il ricostruttore ha operato sui disegni del progetto, mentre A ha studiato il modello dal vero...dunque forse in corso d'opera, nel 1700,  sarà intervenuta questa modifica sostanziale, per chissà quale accadimento o svista o scarsa precisione del muratore !

Il ricostruttore  ha rifatto in scala anche due antiche mulini ad acqua ed una torre per il sollevamento delle acque, di cui si può vedere il funzionamento alla perfezione, che anticamente (cioè fino al secolo scorso) funzionavano con la sola energia derivante dalla corrente del canale. Quando ancora il petrolio era di là da venire e l'energia non costava niente...solo che ci voleva più pazienza...
(questa è una segheria, pure alimentata dall'energia proveniente dall'acqua, purtroppo i mulini non li ho fotografati)
Quando ho visitato questa piccola mostra ho sentito di dover ringraziare questo signore, perchè tecniche e tecnologie antiche non andranno perse grazie alla sua passione di ricostruttore ma anche di ricercatore.
En passant mi mostra un altro esempio della sua passione,  di lavorare con il legno,  un bel tavolino artisticamente intagliato ed intarsiato tutto fatto con le sue mani... mi stupisce il legno, di una compattezza e morbidezza al tatto ed un colore naturale che non so riconoscere, tra i tipi di legno che conosco.
Mi spiega che si tratta di legno di pero, un pero vecchio di 100 anni !!! abbattuto per costruire delle case. Un delitto a mio giudizio.
Pensare ad un pero vecchio di 100 anni mi commuove quasi...perchè le piante che si comprano oggi nei vivai vivono sì e no 13-15 anni...tutta roba clonata, mentre le antiche specie scompaiono.

Un pero di 100 anni era un monumento e piuttosto che spazzarlo via bisognava costruirgliele attorno, le case!

per finire un mulino galleggiante, anticamente ancorato sul corso del Po:

Vergilius

E' il nome di un tutor installato sull'Aurelia, strada consolare che percorro molto frequentemente... In due mesi soltanto ha fatto elevare più di 2500 multe !!!
...spero tanto che non ci sia anche io tra queste 2500.
Dell'entrata in funzione di questi rilevatori sono venuta a saperlo con passaparola tramite Facebook, appena dopo pochi giorni, credo, ma non sono certa di esser scampata, anche se generalmente non supero i limiti di velocità che già esistevano.

Intanto in IV circoscrizione su 43 centraline di rilevamento velocità ignoti cittadini ne hanno scassate ben 14. Ora metteranno delle telecamere, a salvaguardia. Dei rilevatori.

domenica 16 settembre 2012

è ora...

sabato sono stata qui.
nella Sabina, sulla vetta più alta dei Monti Sibillini, Monte Pizzuto.
una passeggiata di più di 12 km, con visita di due eremi e di un mulino abbandonato.

ogni tanto penso che sia il caso di fare il libro di ricordi.
mettere insieme, uno dopo l'altro, cronologicamente, i materiali riportati dai viaggi, dalle escursioni, dalle gite.
con i programmi, le foto, le emozioni scritte e descritte.

una specie di metabolizzazione necessaria.
ora che sono tanti i posti visitati,  tanti gli incontri.
tanta vita. come l'ho voluta io.

venerdì 14 settembre 2012

corso gratis on line

Newsletter Easy Training Academy
Buongiorno,
pensiamo di fare cosa gradita facendovi conoscere questa grande opportunità.

Si tratta di un corso di inglese gratuito da 240 ore per mezzo del sistema Voucher della Regione Lazio. Gli erogatori del corso saranno la Easy Life - Trust Europe di Roma, e l'organizzatore è la HC Training a cui potrete rivolgervi per ogni informazione sulle iscrizioni (vedi al link:
http://www.hctraining.it/new-site/news/141-alta-formazione-in-rete-mind-your-business-english-school-in-franchising ).

In caso di interesse bisogna essere molto rapidi, perché la data di scadenza per iscriversi al corso sul portale della Regione Lazio è il 21 settembre.

nuovo corso

per incominciare il nuovo corso, basato sulla fiducia reciproca, ha cominciato con una una cosa non detta, cioè ciò che io considero una mezza bugia, una scorrettezza.
una verità non rivelata. come se si volesse tacere qualcosa di cui si ha vergogna.
e una cosa senza tanta importanza, cioè importante solo perchè basata su una libertà personale, così abilmente taciuta è diventata una cosa importante.
e temuta proprio perchè taciuta.

così non si può cominciare bene.

io reputo di essere chiara acqua di fonte. e tale voglio restare, e le comunicazioni reciproche mi piace che siano tali...così mi è molto difficile accettare che quelle bollicine di verità affioranti dagli stagni scuri e melmosi emergano solo in seguito, a cose avvenute.

su questo, io credo, sull'assoluta trasparenza, si può basare un vero rapporto.

giovedì 13 settembre 2012

julio larraz

julio larraz, gratis, al vittoriano:



e questo è l'articolo che una cara amica giornalista e critica d'arte sulla sua rivista on line gli ha dedicato:  http://www.gothicnetwork.org/articoli/julio-larraz-al-vittoriano-levita-ironica-onirica

mercoledì 12 settembre 2012

sera

è sera.
di un'altra faticosa, impegnativa giornata. passata in un lampo, tra cento cose, quasi non me ne sono accorta che è passata, immersa e trascinata nelle cose, nelle tante attività richieste, ma ho vissuto intensamente un altro giorno.
sono anche più vecchia di un giorno..

siedo sul mio balcone, beandomi della brezza dolce, ma già fresca.

si addensano tante nuvole da sud, pregne d'acqua.
domani non sarà più estate.

e si avvicina il tempo dolcemente malinconico,
del piacere di rifugiarsi in casa, a guardare fuori delle finestre.
il tempo del ripensamento, della rimembranza, e anche della solitudine serena.
bello.

se fossi salvagente




pensavo stanotte che in caso di ricchezza mi piacerebbe comprare mille, duemila, forse centomila salvagenti... per buttarli al largo delle nostre coste, specie intorno alle isole lampedusa eccetera. c'è chi non ama più mangiare il pesce di quelle parti...

martedì 11 settembre 2012

se fossi...


prendo spunto dal blog Come Harold & Maude:

..."se fossi una riccona".... partirei subito ! per un viaggio intorno al mondo, in barca a vela !!

dove la prima cosa da fare sarebbe selezionare lo skipper, ovviamente.


e voi? dite dite...ma dite d'istinto, senza stare a pensarci su...!

lunedì 10 settembre 2012

silenzio

c'era così tanto silenzio che si poteva percepire il rumore dei grilli quando saltavano

così tanto silenzio che la foglia secca del noce cadendo a terra mi ha fatto sussultare ..

giovedì 6 settembre 2012

ancora kundera


…Ora possiamo capire meglio l’abisso che separava Sabina e Franz: lui ascoltava con avidità la storia della sua vita e lei, con la stessa avidità lo ascoltava. Capivano perfettamente il significato logico delle parole che si dicevano, ma non sentivano il mormorio del fiume semantico che scorreva in quelle parole.
(…)
Fintanto che le persone sono giovani  e la composizione musicale della loro vita è ancora alle prime battute, essi  possono scriverla in comune, e scambiarsi i temi. Ma quando si incontrano in età più matura la loro composizione musicale è più o meno completa, e ogni parola, ogni soggetto significano qualcosa di diverso nella  composizione di ciascuno.

rubo da Soffio..

dal post di Soffio:

"il potere individuativo della sessualità appare nell’intenso incontro d’amore tra un uomo e una donna, nella fusione momentanea che si compie con l’atto d’amore. Questa esperienza che ogni volta tocca l’individuo nel profondo, non può essere interpretata esclusivamente come un accoppiamento di tipo biologico. Questo formidabile evento, in cui l’uomo e la donna si uniscono nel corpo e nell’anima, deve essere considerato un simbolo vivente del ‘mysteriun coniunctionis’, la meta del percorso di individuazione”

perchè stanotte m'è occorso di pensare all'amore, alla tremenda forza dell'amore, alla potenza e terribile bellezza dell'amore...

e m'è sembrato di averlo dimenticato qualche volta, di averlo annichilito, disprezzato, svilito, per dar ragione a qualcuno, immensamente protervo, che non lo conosce, che pretende di non conoscerlo.

risp a giorgio giorgi

mi fa molto piacere che tu (lei?) consideri in questo modo quel libro...cioè mi fa piacere di condividere.

in effetti sin dalle prime pagine di questa ri-lettura sono rimasta basita dell'abbondanza di cose buone. e talmente dense di significati da dovermi fermare sin da subito a pensarci, e sviluppare le riflessioni.

poi ho avuto come l'impressione di guardare un altro episodio di quella bella serie di films di Kieslowsky, Il Decalogo.. poeticissimi, pure nella contemplazione della realtà più assoluta che diventa quasi arcana.


Ci sono altre parti che a questo punto mi piacerà commentare.

Non vedo bene - ancora - il nesso tra la cum-passio e Narciso...tuttavia se ora vado a leggerti (la)
ci potrei riuscire.

Sì immagino che potremmo darci  per davvero il 5...a Modena ci sono passata spesso ultimamente, ma senza scendere dal treno, proseguendo.

mercoledì 5 settembre 2012

cum-passio 2

e quanta me stessa c'è (mi sono ritrovata, esattamente me stessa!)  in quella pagina in cui dice di sentirsi oppresso, dalla compassione ?
 
poichè : "non c'è nulla di più pesante della compassione. Nemmeno il nostro proprio dolore è così pesante come un dolore che si prova con un altro, verso un altro, al posto di un altro, moltiplicato all'immaginazione,
prolungato in centinaia di echi"... 

cum-passio

da libro (ri-letto) L'insostenibile leggerezza dell'essere, di Milan Kundera, già famoso:
"tutte le lingue che derivano dal latino formano la parola com-passione con la radice che significa "sofferenza"; in altre lingue, tipo il ceco il polacco lo svedese questa parola viene tradotta con un sostantivo composto da un prefisso con lo stesso
significato seguito dalla parola "sentimento"...
nelle lingue derivate dal latino significa: non possiamo guardare con indifferenza le sofferenze altrui; oppure: partecipiamo al dolore di chi soffre. Un'altra parola dalsignificato quasi identico, pietà, suggerisce persino una sorta di indulgenza verso colui che soffre.
...avere pietà di una donna significa che siamo superiori a quella donna, che ci chiniamo, ci abbassiamo al suo livello.
E' per questo che la parola compassione generalmente ispira diffidenza: designa un sentimento ritenuto mediocre...(...)
Nelle altre lingue(...) la parola viene usata con un significato quasi identico ma non si può dire che indichi un sentimento cattivo o mediocre.
La forza nascosta della sua etimologia bagna la parola di una luce diversa:avere compassione (cosentimento) significa vivere insieme a qualcuno la sua disgrazia.,ma anche provare insieme a lui qualsiasi altro sentimento: gioia, angoscia, felicità, dolore."

martedì 4 settembre 2012

eccezionale violinista !!! live in Cutrofiano

eventi alla biblioteca Casanatense

B
IBLIOTECA CASANATENSE
SALONE MONUMENTALE
E
VENTI IN PROGRAMMA – SETTEMBRE 2012
Martedì 18 settembre 2012 , ore 17.30
Concerto:
Barocco tra le Corti Europee
A cura di Antonello Lixi. Uno degli interpreti più raffinati della chitarra barocca, in un viaggio affascinante
attraverso le corti europee del seicento e della prima metà del settecento.
Evento nell'Ambito del Festival chitarristico delle due Città, a cura dell'Associazione Accademia Musicale
Musikrooms e l’A.R.A.M. (Associazione Romana Amici della Musica).
Info:
www.musikrooms.com
Ingresso libero e gratuito
Mercoledì 19 settembre 2012 , ore 17.30
Concerto:
Melodie al Salotto Ottocentesco
A cura di Estense Duo. La magia dello strumento musicale d’epoca con la chitarra Panormo costruita nel 1840
e il flauto Louis Lot costruito nel 1885. Il pubblico rivive, per una serata d’incanto, il fascino del salotto
ottocentesco sentendosi parte integrante dell’evento.
Evento nell'Ambito del Festival chitarristico delle due Città, a cura dell'Associazione Accademia Musicale
Musikrooms e l’A.R.A.M. (Associazione Romana Amici della Musica).
Info:
www.musikrooms.com
Ingresso libero e gratuito
Giovedì 20 settembre 2012 , ore 17.30
Concerto:
Serenata española
A cura di Fernando Espì.
Serenata española è un contrappunto alla Noche Española, concerto dedicato alla
musica iberica a Treviso, per rivivere anche a Roma le sensazioni e le emozioni della musica spagnola
attraverso l’esecuzione di uno dei grandi virtuosi andalusi.
Evento nell'Ambito del Festival chitarristico delle due Città, a cura dell'Associazione Accademia Musicale
Musikrooms e l’A.R.A.M. (Associazione Romana Amici della Musica).
Info:
www.musikrooms.com
Ingresso libero e gratuito
Sabato 29 settembre 2012 , ore 9.00-10.00-11.00
Apertura straordinaria:
Insula Sapientiae
La Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, la Biblioteca Casanatense ed il Convento domenicano della
Minerva riapriranno al pubblico un percorso di visita unitario, che consente di visitare nella sua interezza
l'Insula Sapientiae, il grande complesso domenicano che gravita attorno alla basilica di S. Maria sopra Minerva,
e sorge su rovine romane di grande pregio. Fra le 9 e le 11.00, con ingresso da Via del Seminario 76, sono state
organizzate 3 visite guidate ad orario lungo un percorso che toccherà le sale delle Biblioteche della Camera, del
Senato e della Casanatense (complessivamente circa 2 milioni 500 mila volumi, di cui molti antichi e rari) e il
Convento della Minerva.
Ingresso:
I gruppi saranno composti da un massimo di 50 persone, con ingressi alle ore 9.00, 10.00, e 11.00, e
non è prevista alcuna possibilità di prenotazione. La durata della visita è di circa
2 ore.
Info:
BIBLIOTECA della CAMERA dei DEPUTATI, Segreteria: Tel. 06/67603476
Biblioteca Casanatense - Via S.Ignazio, 52 – 00186 Roma
Tel 06/6976031 – Fax 06/69920254;
www.casanatense.it b-casa@beniculturali.it1

L., O., G..

Otranto, Le Otre

Gallipoli centro storico

...e per Lecce, la bellissima Lecce, ancora non ho scaricato...

beh intanto beccatevi sto tram (onto)  !! sempre a Gallip: