...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


mercoledì 29 febbraio 2012

chi ti ama così ?

non è il primo libro sull'olocausto, che leggo.
recentemente ho anche avuto in prestito da elisa La chiave di Sara..pure molto commovente.
eppure questo mi ha fatto piangere.
tre volte, in tre diversi punti della narrazione, ho dovuto interrompere.
e l'ho letto in una sera. senza poter smettere.
e questo non mi accade molto facilmente.. leggendo molto si acuisce una capacità critica che rende piuttosto inattaccabili dal pieno coinvolgimento.
forse il modo di descrivere, la capacità di trasmettere con estremo realismo,
forse l'incisività del ricordo.

sai linda...

sai linda ne conosco anche tanta di gente non si rende conto quando si alza, al mattino, della fortuna che sia anche proprio soltanto "alzarsi".

e non lo dico solo perchè stamattina sara, una bella e giovane ragazza mi ha preso la mano, mentre le passavo accanto al bar, per un desiderio di stabilire un piccolo contatto con qualcuno, anche se non poteva parlare, mentre era su una sedia a rotelle, totalmente incapace di muoversi,  imboccata dalla mamma a cucchiaini di panna dal maritozzo, un tipico dolce romano mattutino.

cioè non ci vuole sara per ricordarsi, ogni giorno, che ci alziamo perchè ancora possiamo farlo, perchè siamo vivi, e dovremmo essere grati di vivere....e oggi c'è il sole, un gran sole che scalda tutto... (anche troppo per i miei gusti freddi...) anche se sara può, nel suo mutismo ed immobilità, insegnarci ancora qualcosa, a noi viziatelli.

ciao e buona giornata!

(...azz! avrei avuto una carriera come pastore eh?)

sabato 25 febbraio 2012

anche se atea

anche se atea sono talmente impregnata dalla cultura cattolica che ogni giorno faccio un fioretto.

ogni giorno mi privo di una piccola cosa, faccio un piccolo sacrificio cogliendo il lato buono che si può trovare nell'abnegazione, e quell'infintesimo che risparmio va nel salvadanaio dei viaggi...
certo ci vuole una pazienza certosina ed una fiducia nel futuro encomiabile, ed una speranza immensa...sì grazie, lo so, ne sono cosciente. anche di essere un pò scema, nel troppo ottimismo.


però se non mi danno lo stipendio questo mese, come mi è stato appena ieri annunciato... non ce la posso fare. non ce la potrò più fare a fare il fioretto, cristo!

anche le migliori ideologie, così,  vanno a farsi friggere.

giovedì 23 febbraio 2012

m, la jaguar e le ville al mare

mi recavo all'appuntamento che avevo con m., per andare nella sua villa al mare, una delle sue tante, ville al mare,...
arrivavo per prima sul posto, con un pesante zaino in spalla, e ben presto scoprivo che invece della villa mi trovavo dentro uno sterminato e rumoroso condominio popolare, con stradine intasate da folle vocianti e grossolane...e non si vedeva per niente il mare!

dopo un pò lui arrivava nella sua jaguar fiammante, ma c'era un'altra donna accanto a lui, la sua donna attuale, ed essendo l'auto una duetto non c'era posto nemmeno per farmi accomodare dietro. comunque mi diceva di aspettarlo, che sarebbe tornato.

ma figurarsi se io aspetto! tzè !
infatti me ne sono andata. meglio a piedi. che m'importa delle jaguar e delle ville al mare !

mercoledì 22 febbraio 2012

Insalata

Questa immagine di noi come un'insalata, gentilmente suggerita dal dottor Giorgi, in cui l'amore verso se stessi e verso gli altri sono l'olio, il sale e l'aceto con cui la condiamo, mi ha fatto ridere, sulle prime.
Invece contiene una profonda saggezza.
Se vogliamo una buona insalata dobbiamo accuratamente dosare questi ingredienti...ed è giusto, è vero.

martedì 21 febbraio 2012

noooo...cioè sssìììì! grande!!!


cioè cioè...? m'hanno portato sorolla in italia ?? maddài! grande!!! sorolla in italia! non ci posso credere, ora mi tocca depennare il viaggio a madrid sulla lista...sorolla in italia, ed in una città che adoro. grande! ...e questo quadro qui, pur nell'inverno pieno mi fa sentire l'odore della salsedine, la sabbia tra le dita dei piedi, il vento fresco ed il sole bollente...

è incredibile ! tutti i sogni prima o poi vengono al pettine...prima le lumache di cherasco ed ora ...sorolla!

lunedì 20 febbraio 2012

immersione teatrale

"Qual è il confine tra passione e dipendenza? Tra desiderio dell'altro e debolezza?"

Questione quanto mai intrigante ed attuale, sono andata così a vedere "La signorina Giulia" di Strindberg a teatro.

"Fece scandalo nel 1888, questo testo di August Strindberg, e qualche sospiro stupito lo solleva anche adesso tra il pubblico del l'Eliseo, che non si aspetta certe parole, nè certe scene, ma soprattutto probabilmente non si aspettava la messa in scena tanto spietata della lacerazione che può dilaniare un animo umano."

Sì in effetti c'è violenza, in questo spettacolo.
Una violenza che, secondo me, si ritrova tutta intera, magari espressa in altre forme, nascosta dietro diversi comportamenti, tutta intera ancora ai nostri giorni nei rapporti tra le persone.
Un argomento che non abbiamo avuto il tempo di approfondire, come sempre, con gli amici con cui l'ho visto. Come anche non c'è stato tempo di pensae alle tante eventuali risposte al primo quesito qui sopra...
Nelle nostre vite attuali, nel nostro tempo che viviamo, c'è sempre questo dannato fattore tempo, che non ci lascia mai gustare fino in fondo, non ci permette di sviscerare nulla.. condannati alla superficialità di tutto !

E martedì altro spettacolo, di tuttaltro genere, ma con debutto familiare del figlio maggiore, il bellissimo ansioso...

sabato 18 febbraio 2012

Galatea

Il trionfo di Galatea, del grande Raffaello, è uno dei tanti bellissimi affreschi di questa villa rinascimentale, Villa la Farnesina a Roma, fatta costruire dal ricchissimo banchiere Agostino Chigi e solo successivamente acquistata dai Farnese da cui la denominazione... Tanti miti greci graziosamente descritti, in una sala addirittura i segni zodiacali dipinti e rappresentati accanto alle costellazioni in cui si trovavano danno l'indicazione precisa per dedurre la data di nascita, esatta persino nell'orario, del proprietario toscano...
Un altro gioiello non conosciutissimo di questa meravigliosa città...di cui più conosco più mi rendo conto di saper niente...

Galatea (in greco Γαλάτεια; "lei che ha la pelle bianco-latte") è una figura della milologia greca, una delle cinquanta ninfe del mare, le Nereidi, figlie di  Nereo e di Doride, la cui abituale residenza è in fondo all’oceano, con il padre e che hanno il compito di assistere i marinai.

Il mito narra che Galatea fosse innamorata di Aci, un giovane bellissimo, e che il ciclope Polifemo, invidioso del giovane e a sua volta innamorato della ninfa, un giorno avesse cercato di attirarla con il suono del suo flauto (simbolo di lussuria). Non essendo riuscito nel suo intento, sorpresa la coppia di amanti, scagliò infuriato un enorme masso che raggiunse, uccidendolo, Aci.
Come raccontato nelleMetamorfosi di Ovidio, Galatea, per tenere in vita il suo amore, trasformò il sangue di Aci in una sorgente e lui stesso divenne un dio fluviale.
Il tema mitologico ha dato luogo alla diffusione di un soggetto iconografico prediletto dagli artisti del Rinascimento, quello del Trionfo di Galatea: si tratta di una scena vivace e affollata, nella quale la ninfa campeggia al centro, sul suo carro, una conchiglia trainata da delfini. Il gruppo è sorvolato da alcuni amorini che scagliano frecce in direzione di Galatea.

giovedì 16 febbraio 2012

6 monache

ho incontrato 6 monache.
tutte sulla piattaforma del treno. il treno è sempre affollato quindi si rimane sulla piattaforma...
erano 6 monache vestite di nero, con un collettino bianco e la fascia sotto il velo nero, bianca.
erano alte circa 1.49, essendo almeno 10 cm più basse di me, che son già bassa 1.59.
erano coreane o cambogiane (?)... non saprei.
ma tutte e sei, e dico tutte, indossavano occhiali da vista. occhialini piccoli, metallici, neri o acciaio.
possibile che tutte e 6 fossero occhialute?
come accade che 6 monache occhialute viaggino assieme, sul treno ?

viaggio oftalmologico  probabilmente ?

bersagliere

oggi ho incontrato.... 5 mendicanti. e un bersagliere. si vedeva sdal cappello, solo dal cappello, poichè indossava un cappotto normale.

subito ho pensato a quell'altro bersagliere che conosco io... chissà come era bello da giovane, con il suo bel cappello pieno di piume! alto e bello e magro e pieno di capelli chiarii ed ondulati. ...e chissà come era orgogliosa la sua mamma quel giorno lì che il suo figliolo vestì la divisa da bersagliere! (glielo chiederò. poi magari lei avrà anche una foto da mostrarmi...)

questo di oggi sicuramente era un ufficiale però. perchè il cappello aveva le piume così lunghe che gli arrivavano fino al gomito !! poi una certa aria altera, da ufficiale appunto !

...ora che mi viene in mente anche mio nonno paterno era bersagliere...chissà se da qualche parte c'è una foto, devo chiedere a mammà...

mercoledì 15 febbraio 2012

e dopo...

e dopo un pò di "taja e cuci" su facebook, che sostituisce egregiamente la piazzetta o la porta di casa di altri tempi, esco per andare al corso. bella la vita sì!

mi manca solo l'amore mio... così lontano, così perduto. per cazzi suoi infatti.

au revoir !

martedì 14 febbraio 2012

grecia

 11 milioni di persone ridotte in schiavitù dall'asse franco-tedesco, i cui sistemi bancari detengono rispettivamente 47,9 e 18,6 miliardi di dollari di debito greco. Le pretese che la troika Bce-Fmi-Ue, per mano del suo fantoccio Papademos, ha fatto approvare sono da bollettino di guerra. Drastica deregulation del mercato del lavoro. Una diminuzione di oltre il 20% del salario minimo garantito. 150mila lavoratori licenziati, di cui 15mila subito. Taglio netto delle pensioni. Drastica economia di spesa, soprattutto sui farmaci, sugli ospedali e sulle autonomie locali. Vendita delle quote pubbliche in petrolio, gas, acqua e lotteria.

  Fame nera. In cambio di cosa? Di 130 milardi di aiuti e di una rinegoziazione del debito con le banche estere del 70% in meno. Siamo sicuri che siano aiuti? Il debito pubblico greco ammonta a 365,6 miliardi di euro. Con l'abbattimento dei crediti bancari potrebbe scendere a 265. Con i 130 miliardi di prestiti (+ 15 salva banche) correrebbe nuovamente verso i 400. Nuovo debito per dare l'illusione di liberarsi di quello vecchio.

 E intanto i creditori continuano a fare affari. Nel 2012 la spesa militare ellenica ammonterà a 7 miliardi di euro. La gente è disperata ma si dilapideranno 7mila mlioni di euro. A vantaggio di chi? Ma della Merkel e di Sarkozy, naturalmente. Armi vecchie, di seconda mano, in cambio di nuovo debito.

 La Grecia è ormai ridotta ad area periferica di sfruttamento, estrazione e colonizzazione. E indovinate chi si era opposto? Papandreou. Quello che aveva anche osato parlare di referendum. Quello subito rimosso e sostituito dal banchiere della Commissione Trilaterale, amico di Monti, che a sua volta sta facendo più o meno le stesse cose qui da noi.

Italiani: che aria tira, lì, sul pero? Fa un bel fresco?
(Marco Nese http://www.byoblu.com/post/2012/02/13/Armi-alla-Grecia-in-cambio-degli-aiuti.aspx)

sv

Stamattina nei pressi di Villa Sciarra c'era un ometto che vendeva palloncini, all'angolo della strada.
"Strano" - mi son detta...- che ci sta a fare questo con i palloncin, qui, con questo freddo di mattina presto , a quest'angolo di strada dove passano solo automobili frettolose, (e freddolose) ?". Poi, ho visto i palloncini. Violetti, a forma di cuore. Ah vabbè!!!...la solita distratta...

lunedì 13 febbraio 2012

cani

stamattina ho incrociato, come quasi tutte le mattine, una signora filippina, che incontro spesso mentre porta a spasso tre cani. è il suo lavoro ed ha sempre questi tre cani grossi, di colore e razza diversa. stamattina mi sono soffermata stupita a guardarla notando che i tre cani erano tutti uguali, neri e più piccoli dei soliti...m'è sorta spontanea una domanda che ho rivolto quasi a me stessa : "macchè li ha cambiati?" ..e lei mi ha salutato e mi ha risposto...dicendo che no, non li aveva cambiati, ma che  quelli erano i figli di quegli altri che porta tutti i giorni in giro la mattina presto...

"ahiai - ho detto io - sono proprio raddoppiati?!" ... e lei : "sì, m'è proprio raddoppiato il lavoro!"

ma erano proprio belli, tre cucciolotti neri a pelo lungo, tipo terranova insomma...belli belli!
e sono stati il pretesto per salutarci insomma con questa signora..ora abbiamo fatto amicizia.

sentenza storica

Eternit, la sentenza di primo grado
Gli imputati condannati a 16 anni
I due imputati Stephan Schmidheiny, miliardario svizzero di 64 anni, e il barone belga Louis de Cartier, 90 anni, colpevoli per disastro ambientale e omissione di cautele antinfortunistiche. 30mila euro di risarcimento per ogni vittima

sabato 11 febbraio 2012

hcb 2

per esempio la seconda foto... una casa così, con tutte quelle finestre che sembra un carcere, a piani diversi, così asimmetriche... non sembrano neppure vere. sulle prime sembrano dipinte come in un quadro informale, poi ammetti che sì, forse, certamente esisterà un palazzo così, con aperture piccole piccole e sfasate...ma il buffo signore che ammicca e sorride ed irride che cosa vuol dirti veramente? ti prende in giro, ti sfida con l'incredibilità di poter credere che questa che vedi sia la realtà e non un sogno..
o forse ha fatto un tiro birbone alla combriccola di ragazzini in primo piano ? e loro cosa stanno facendo,
giocando alle biglie, ai dadi, a soldatini, a carte... uno solo di loro si accorge di te e ti guarda ...

è una foto che potrei definire surreale, uno scherzo, un deja-vu, un sogno o una fantasia.

è molte di queste cose eppure non è che una semplice foto di un palazzo in una città spagnola, è una foto di ragazzi di strada che giocano, mentre un signore passeggia. oppure è una magia .

stamattina alle sette...

... mi sono risvegliata forse ad oslo ?? 

venerdì 10 febbraio 2012

(ancora) neve


Neve che turbini in alto e avvolgi
le cose di un tacito manto.
neve che cadi dall'alto e noi copri
coprici ancora,all'infinito:Imbianca
la città con le case,con le chiese,
il porto con le navi,
le distese dei prati.....

(Umberto Saba)

giovedì 9 febbraio 2012

henry cartier bresson - mostra a roma


(finalmente!) un libro che ti fa sorridere...

finalmente un libro che ti fa sorridere, mentre lo leggi in piedi aspettando il treno o l'autobus...

"Gli sms dopo le undici di sera che dicono "dove sei?" che significano molto di più di quello che dicono"

"Quando una volta all'anno ricevo una bolletta del gas dove c'è scritto: totale fattura zero virgola zero zero. I pagamenti delle fatture precedenti sono regolari. Grazie."

"Chiudermi a chiave nei bagni delle case dove non sono mai stato e mettermi a curiosare su tutti i prodotti che usano"

e via così, anche con altre brevi storie.

l'innocenza...

volete un suggerimento per un bel film ? questo, di Claude Chabrol è ottimo, per una bella serata in casa!
ci sono tutti gli ingredienti necessari per una bella storia (il corso di cinema insegna, aiuta a guardare più criticamente...) d'innocenza, di amore, di vita....lo consiglio vivamente !

sabato 4 febbraio 2012

venerdì 3 febbraio 2012

neve a roma... un caos

ore 14.00 circa nei pressi di casa mia...
un caos di traffico, come al solito qui a roma ! automezzi pubblici scomparsi, ingorghi pazzeschi. io ho dovuto abbandonare l'auto a 5 km da casa mia, scivolava, e farmi a piedi gli altri 5 o 6...in circa 3 ore, ho provato anche ad attendere il bus, invano... e m'è andata bene. non so come tornerà a casa l'esercito di pendolari di questa città stasera....

giovedì 2 febbraio 2012

oggi

oggi voglio parlare solo con chi dimostra di volermi bene....è il mio piccolo capriccio di compleanno sì sì!