...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


domenica 29 gennaio 2012

immersa...

improvvisamente immersa nella neve . che bello ! adoro la neve...
so che sto dicendo una cosa che a molti dispiace. per gli ovvi problemi che crea, a chi vive dove c'è la neve spesso.
ma io ...l'adoro lo stesso...


P.S. di domenica: e stamattina, appena alzati, spalatura neve!


invece sabato piovigginava...


comunque ci son baci per tutti !

mercoledì 25 gennaio 2012

all'uomo

All’uomo che amo


Prenderti per mano, un sogno, amore,
e portarti lungo la riva del mare
a vedere quanti colori ha l’acqua
condurti per sentieri selvaggi
a vedere le sfumature dell’erba
nei tanti posti, nel mondo e nell’anima,
dove non siamo stati mai
per riscoprire i mille misteri
infintesimali della vita.

Scoprire il cielo rispecchiarsi
dentro gli occhi tuoi
quando mi guardi
con quel tuo sguardo d’amore
così stupito
così attonito
che stupisce e incanta anche me
mentre ti vedo
e mi sorprendo a contemplarti
come una meraviglia sconosciuta.

Scoprire il mondo un’altra volta
con occhi nuovi e sinceri
con la freschezza del tuo sentire
che è invece anche l’esperienza
e la gioia di vivere ogni giorno
come un dono meraviglioso.

Sono quella freschezza e quel candore di ragazzo
uniti alla tua saggezza di uomo
anche questa che mi sorprende, che amo e nello stesso tempo temo,
alle mille sfumature che possiedi e che non sai di avere
e che scopri, scopriamo insieme,
parlandoci, scrivendoci, confrontandoci...
sono queste le cose che adoro di te
e che mi fanno provare il terrore di perderti.


aprile 08

martedì 24 gennaio 2012

sono stata in irlanda...

di nuovo, ieri sera in dvd,  con questo film:

Un musical atipico. Da vedere assolutamente. Soltanto in biblioteca naturalmente. E' fuori da ogni circuito, come la maggior parte dei bei films. Che anche quando circolarono furono sugli schermi per pochissimo tempo...

lunedì 23 gennaio 2012

del rinascimento romano

E' stata interessante soprattutto nel ripasso di storia. Qui sopra: incisione di  Cranach: Babilonia la grande prostituta con la tiara del pontefice- in area/aura luterana.. Alcuni bei quadri in prestito...uno addirittura  nientepopodimenochè dall'Australia...! Le cose più belle da Firenze. E delle interessantissime incisioni erotiche, seminascoste... Evidentemente è più il profano che il sacro che mi colpisce.(Fondazione Roma Museo, Palazzo Sciarra)

venerdì 20 gennaio 2012

sogno

qualche notte fa ho sognato una amica di vecchia data. una ex compagna delle scuole elementari e poi medie, con cui siamo state veramente molto molto vicine, e amiche, anche le famiglie, anzi era l'unica bambina di cui frequentavo assiduamente la casa...più volte ci siamo allontanate e più volte riavvicinate, per scelte di vita e/o cause di forza maggiore. 
ho sognato che aveva bisogno di conforto. era smagrita, depressa, triste. chiedeva un abbraccio, o forse qualcun altro/a lo chiedeva per lei, o forse era naturale abbracciarla, visto lo stato malinconico in cui versava.
cosa che ho fatto nel sogno, sentendo il dare quell'abbraccio come bisogno assoluto.


ora non so se mandarle un messaggio, chiedendole se stia bene... vorrei essere sincera e raccontarle del sogno, per e-mail che è una garanzia di non immediatezza, ma temo che se la prenda...ha anche una mamma molto vecchia, può essere che il sogno sia dovuto a qualche problema con la mamma?... non so che fare, è la prima volta che la sogno.  questo sogno mi ha lasciato turbata...

giovedì 19 gennaio 2012

lavorare

lavorare tutti, lavorare meno.


non farsi strumentalizzare dalla pubblicità, non sentirsi frustrati se non si possiedono mille cose, se non si è "belli"  e perfetti come le persone della pubblicità.


finchè non capiremo ciò non conquisteremo nulla...

disastro

non andremo al mare sul tirreno l'estate prossima.
ci sarà un disastro ambientale. domani ci sarà mare mosso.
se c'era ancora qualcuno a bordo vivo... sarà la fine.

giovedì 12 gennaio 2012

corso cinema

ieri al corso di  cinema e lett, si parlò di ...amore...anzi, disse maria, di "cosiddetto" amore. risate di tutti, al rimarcar della parola "cosiddetto", da parte del docente, il professor K.
poi la suddetta maria ci introdusse un bellissimo concetto che già mi si aggirava da tempo fra le meningi pur non riuscendo a venir fuori completo, formato. e che si attaglia molto al mio tempo, passato recente.
chè nel corso della vita esploriamo noi stessi, conosciamo noi stessi, prendiamo coscienza di ciò che siamo e che vogliamo,  con il moltiplicarsi (per le personalità non rigide/fisse) delle esperienze scambiate con gli altri esseri umani, attraverso le relazioni instaurate con i suddetti e le suddette, che sceglieremmo dunque non a caso, ma con un istinto preciso e precisamente guidato dall'inconscio. che non è neppure sempre tanto inconscio...
e questa crescita dunque la dobbiamo non soltanto a noi stessi, e soltanto per noi stessi dentro noi stessi, essendo le relazioni umane a doppio binario, di scambio.
e così nel mondo immagino questa rete fittissima di relazioni umane e amorose che vieppiù si intersecano attraverso l'aere e la rete ed il cielo, e vieppiù arricchiscono tutti... beh insomma... tutti per modo di dire.
per lo più tutti quelli e quelle che vi si espongono volontariamente, sinceramente e positivamente.
tale processo è indipendente dall'età, ovviamente.


lo so è un pò confusa come esposizione tuttavia questo c'è, per oggi, e se vi piace bene altrimenti pazienza!

mercoledì 11 gennaio 2012

Semiramide

per la serie: "tutta invidia". per una donna che prese il potere.
sì è una rilettura in chiave femminista. ma può corrispondere alla realtà. anche di quei tempi.
lascio da ammirare questo fenomenale dipinto (dalla mostra "Orientalisti"), un bellissimo nudo, e di una pìetas sconvolgente...

dati

non posso commentare una blogger che ha il blog in wordpress (oggi) se non ho un account wordpress o fb o twitter...
non posso contattare la blogger di wordpress, non posso neanche dirglielo che non posso commentarla perchè non ho la sua mail privata.
dunque come si fa? è vero che era molto più semplice prima, di là, quando almeno c'erano sempre i pvt di emergenza.
ed il blog rimaneva un momento molto privato, visto che si era piuttosto anonimi, e che ci si conosceva soltanto se si voleva veramente.
dovrò cercare qualcun altro che PUO' commentare su wordpress senza limitazioni ?
dovrò dare a wordpress il mio nome e cognome che già sono pubblici su facebook ?
per inciso la blogger che volevo commentare è la zia cassie. ma da oggi, novità, non si può commentare se non usando il profilo wordpress, twitter o facebook.
in modo da far conoscere non solo a blogspot ma anche a wordpress chi sono io, incrociando tutti
i dati queste piattaforme ci spiano tutto il tempo... che casino!


finisce che mollo tutto e addio.

domenica 8 gennaio 2012

Palazzo Spada e Galleria

Oggi visita guidata per apertura straordinaria anche delle parti di questo palazzo dove ha sede il Consiglio di Stato, normalmente chiuse al pubblico.
Curioso che nella facciata di un palazzo che fu proprietà (ed abitazione) di due cardinali, di cui uno legato al papa Farnese, la decorazione con gli stemmi di famiglia ed i motti religiosi si appoggi, dunque suggerisca simbolicamente basarsi, su quella del primo piano,  in cui sono celebrate personalità di condottieri romani che simboleggiano le virtù morali e filosofiche della paganissima civiltà romana antica.
Come se le virtù e i principi della religione riconoscessero di essere debitrici ad un ordine del mondo e del sapere assolutamente laico.

Famosa trovata architettonica di questo palazzo la prospettiva del Bernini, che è un'illusione ottica.
Si vede qui anche un angolo di uno dei giardini romani tipici di queste ville, con melangoli e gatti a godersi il sole...

La Galleria invece, che è un buon esempio di Quadreria seicentesca, una raccolta privatissima e preziosa privata del Cardinale, ricostituita fedelmente dal celebre storico dell'arte Federico Zeri, è sempre aperta e dunque visitabile. Ci sono moltissime ottime pitture insieme ad arredi antichi, ma è molto mal tenuta, sia come illuminazione e totalmente insufficiente come descrizione e commento delle pur pregevoli opere contenute.

Inoltre non posso non menzionare la meridiana interna dipinta, distesa sul soffitto di questa galleria qui sopra, funzionante attraverso un'apertura del muro che lascia passare un raggio di sole, ed un gioco di specchi.
(vedere anche http://diamante.uniroma3.it/hipparcos/meridiana_palazzo_spada.htm)

giovedì 5 gennaio 2012

libri 2011

sono rimasti in splinder, i libri del 2011... o forse chiedendo alle amiche bibliotecarie un gran favore, loro potrebbero dirmi cosa ho letto nel corso di questo lunghissimo anno appena trascorso.
Seguendo l'esempio di http://tantosicambia.blogspot.com/2012/01/libri-del-2011.html volevo dire due parole sui libri del 2012.. ebbene i più belli, tra i tanti, sono stati quelli di Mario Rigoni Stern,Il sergente nella neve per primo, poi Storia di Tonle, e Il bosco degli urogalli...
C'è in questi libri un amore sconfinato per la montagna e le cose semplici della vita, insieme con la storia
di questo paese. Libri che mi hanno fatto talvolta piangere, anche sulle banchine in stazione dove aspettavo il treno e leggevo..Emozioni ed amore profondi, che provo anche io di fronte alle nostre belle montagne italiane !
Due anni fa, in un romantico weekend in montagna guardavo le alture prospicienti una deliziosa baita a Luserna...stranamente la forma e i colori di quelle rocce, l'estensione, mi destavano come dei ricordi da qualche parte nella mente...pensai proprio agli urogalli, stranamente sentivo che quello era l'ambiente così ben descritto nei libri di Rigoni Stern, che forse avevo letto da giovanissima, o forse ascoltato a Che tempo che fa in un'intervista. Pensai di poterli rileggere, l'anno seguente, cosa che feci nel 2011. Mi sembrò di riconoscere quelle montagne..ed era vero, anche se non lo sapevo in quel momento, eravamo proprio sull'altopiano accanto a quello di Asiago. Indimenticabili ricordi. Immensa fascinazione della montagna.

corso di tortellinaggio (per romani)

Care Amiche e Cari Amici,
Il 14 gennaio 2012 la Fattoria Verde propone un nuovo corso di cucina contadina sia per grandi che per piccini: “La pasta ripiena” per gli adulti, “La pasta all’uovo ed i biscotti” per i bambini.

CONTENUTI DEL CORSO
Agli adulti insegneremo i segreti della sfoglia, dei tortellini ripieni alla carne, dei ravioli con ricotta e spinaci, delle crepes salate.
Ai più piccini insegneremo a fare le fettuccine ed i biscotti al burro.

CENA
La giornata si concluderà con una cena finale durante la quale degusteremo quanto realizzato condito con dei sughi e dei brodi fatti assieme agli “insegnanti”.
Il contributo per il corso è di € 30 per gli adulti e di € 12 per i bambini (per entrambi è inclusa la cena). Per chi non volesse cenare è possibile portare a casa quanto preparato.

INVITA I TUOI CARI A CENA
Sarà possibile invitare i tuoi cari per la cena per rendere ancora più conviviale la giornata del corso. 
Con un contributo di soli 12€ potranno degustare quanto preparato durante il pomeriggio e “giudicare il vostro apprendimento”.

Il corso è aperto ad un numero ristretto di corsisti, quindi affrettatevi a prenotare!!

Il corso si terrà a partire dalle 15, in via San Carlo a Palidoro 22, Palidoro, Fiumicino. La cena comincerà alle 20 circa.
Potrete prenotarvi entro il 16 novembre mandando una mail all'indirizzo
lafattoriaverde@gmail.com oppure telefonando al 377 9930566
Visitate il nostro sito www.lafattoriaverde.it

salviamo...

Salviamo la terra e l’uomo
 
Pesticidi come distruttori endocrini. La vita minacciata nella sua potenzialità e integrità prima ancora del concepimento attraverso i danni ai gameti maschili e femminili, poi nell’embrione, nel feto, nel bambino, sino alla pubertà. Il forte calo della fertilità umana (maschile) e la crescita di anomalie a carico dell’apparato genitale alla nascita non possono non essere messi in relazione con l’inquinamento ambientale. I pesticidi fanno parte del cocktail mortifero con il quale l’uomo (e le altre forme viventi) vengono in contatto normalmente. Noi siamo un bersaglio privilegiato a causa dei residui di pesticidi (ma anche di conservanti e additivi tecnologici) nel cibo.
 
Quello che fa schifo è che “innocenti” pesticidi in commercio in Italia sono stati testati come androgeno-antagonisti. Persino un fungicida talmente “poco tossico” ai test tradizionali da essere usato fino alla raccolta, anche sui piccoli frutti (prego leggere per credere).
 
 
Cosa ci sarebbe da fare: incentivare l’agricoltura bio ma con forti penalizzazioni per i furbi. Utilizzare negli asili e nelle mense scolastiche solo cibo bio. In gravidanza ma anche prima del concepimento (anche gli uomini) consumare solo cibi bio. Altro che lusso da snob. Ne va dell’integrità e dlela pienezza della vita. Ma forse il sospetto che il sistema industriale voglia sterilizzarci (biologicamente e spiritualmente) sarà venuto anche a voi.

domenica 1 gennaio 2012

Un giorno come tanti - Joyce Maynard

"Tutti parlano di passione folle, sfrenata, disse. E' quello che si sente nelle canzoni. Per tua madre era così. Era innamorata dell'amore. Non riusciva a fare niente a metà. Viveva tutto in modo così intenso che il mondo era troppo per lei. Se sentiva parlare di un bambino malato di cancro, o di un vecchio che aveva perso la moglie, o il cane, magari, era come se fosse successo a lei. come se le mancasse lo strato superficiale dell'epidermide che ci impedisce di sanguinare tutto il tempo.. Il mondo divenne troppo per lei.
Io preferisco non sentire niente, invece, disse. Se mi perdo qualcosa è lo stesso."
 

...sì anche questo l'ho letto con piacere. vale a dire che ci ho messo poco, pochissimo, sebbene la lettura sia riservata soltanto a pochissime ore serali ...

Carrington, film in dvd

"Irriducibile passione della pittrice Dora Carrington per Lytton Giles Strachey (1880-1932), critico e saggista, omosessuale convinto. Nel raccontare la storia dei loro amori trasgressivi, talvolta triangolari, spesso dolorosi, il commediografo C. Hampton, esordiente nella regia, ha tenuto fuori scena i personaggi più famosi (Edward M. Forster, Virginia Woolf, John M. Keynes) di quel gruppo di Bloomsbury che fu il raffinato epicentro della vita culturale londinese nel primo Novecento. La rievocazione d'epoca è di alta cifra stilistica, alla Ivory ma con una marcia in più: la concisa energia drammaturgica. 2 premi al Festival di Cannes tra cui quello del migliore attore a J. Pryce"


Interessante constatare come, fuori dagli schemi della famiglia tradizionale, la vita emotiva, e sentimentale, e sessuale, possa assumere carattere originale e creativo.. forse perchè trattavasi di un ambiente artistico e / o letterario... però molto molto "pluralista", come dice ad un certo punto Carrington, e dunque arricchente la vita.