...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 13 dicembre 2012

su accettazione e perdono

no, io non perdono. 
mi sembra una cosa orribile da chiedersi e da farsi.
tipo come quando vanno in tv a dire pubblicamente, agli assassini magari, "io ti perdono". 
sticazzi! il perdono non esiste, è proprio una di quelle invenzioni cattoliche ipocrite ed assurde...
tuttalpiù cerco di accettare. 
posso cercare di comprendere e accettare. difficoltosamente. 
perchè anche in ciò dovrei negare l'evento doloso... ma quello non scompare, posso solo tentare di accettare perchè parte di te, una parte che non conoscevo, la debbo cum-prendere...ma sperando di non doverla risperimentare! che tu ce la metta tutta insomma, come ce la metto io ! che sempre mi perito di non ferire.
perchè se ce la metto tutta io ce la devi mettere anche tu.
oppure niente. finish.


questa è la mia risposta al post di bruno: http://psicoverona.blogspot.it/2012/12/accettazione-o-perdono.html

6 commenti:

Linda ha detto...

esistono colpe e colpe, esiste perdono e perdono (o non perdono) paragonato alla colpa da perdonare (o da non perdonare).
Io sono per il perdono, se la colpa è veniale e non dolosa. Mai per il perdono per una colpa grave e dolosa.
So' fatta con l'accetta? ;-)

pyperita ha detto...

Concordo con Linda, dipende dalle circostanze. Come dici tu, quelli che vanno in televisione a perdonare gli assassini, per avere i loro 15 minuti di celebrità, li considero spregevoli. Se poi qualcuno perdona fatti anche gravissimi perché ne ha la forza e volontà, in un suo percorso intimo e soprattutto privato, non posso permettermi di giudicare.
Invece se si tratta di cose non gravi, cerco di passarci sopra, anche se con difficoltà, di digerire, di metabolizzare, perché anche la troppa rigidità a volte non paga.

stefanover ha detto...

mica vero, io ti perdono.

fa male sentirselo dire,
più di un manrovescio.

sia chiaro che perdono ma non dimentico.

e che perdono per la stessa cosa una volta ed una sola.

fracatz ha detto...

bisognerebbe mettersi sempre nella condizione di non dover chiedere perdono,
ma sai,
ci son esseri umani deboli, alcuni strani, ne ho conosciuto uno che spaccava tutto compreso la compagna e poi si gettava per terra e chiedeva perdono
eppure molte donne amano questa teatralità, alcune addirittura ci lasciano la pelle
insomma l'importante è chiarire subito quel che si desidera in modo che non si creino equivoci

nellabrezza ha detto...

@linda. sei fatta benissimo, a me piaci tanto!

nellabrezza ha detto...

@fracatz. beh sai il buongiorno dice mia madre, si vede dal mattino... però magari si vedono anche le stelle no?