...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


martedì 2 ottobre 2012

tossicità

“Siamo diventati dei tossicodipendenti della crescita […] un meccanismo che tende a produrre infelicità perché si basa sulla continua creazione di desiderio. E il desiderio, a differenza dei bisogni, non conosce sazietà. Perché si rivolge a un oggetto perduto e introvabile”. (Serge Latouche)
(articolo pubblicato su: http://www.greenews.info/eventi/decrescita-la-spina-nel-fianco-di-politici-ed-economisti-20120920/)

3 commenti:

luoghinonluoghi ha detto...

più o meno

leggerevolare ha detto...

giusto... per questo non dobbiamo più accumulare - necessario e basta

isi ha detto...

però... anche nel caso dei bisogni: soddisfatti quelli primari, arrivano quelli secondari.