...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


martedì 23 ottobre 2012

la gattina non è morta...

la gattina non è morta, fortunatamente si è ripresa...ma è cieca. Non importa non importa !...
serata drammatica ieri sera alle sette e  mezza, ero sola in casa ed ho sentito un gran fracasso, ho capito subito che le tre gattine scatenate ne avevano combinata un'altra delle loro...vado di là ed una sedia di legno pieghevole pesante è caduta a terra di qui il fracasso ma orrore!! una delle gattine si agita negli spasmi nervosi e non capisco che succede, penso ad una zampina incastrata invece dopo poco non mi muove più del tutto e le esce del sangue...una cosa terribile!
la mamma la annusa e la lecca e le altre due le girano intorno senza saper che fare, sono perplesse impaurite..anche io sono nel panico e non posso che assistere impotente, la vedo morta...non respira più...subito dopo defeca, capisco che è il rilassamento della morte, piango, mi dispero non posso fare nulla non ho neanche la mia auto, prestata al figlio... la copro con un panno, scaccio via le sorelline e la mamma, mi sembra di dovergli risparmiare lo spettacolo della morte, mi sembra che debbano rispettare il corpicino morto..chiamo mio figlio quando arriva lui la scopriamo ..lei si è mossa, allora forse è ancora viva, corriamo corriamo dal veterinario... la tengono in osservazione, è ancora viva sì ma paralizzata nella parte posteriore, ha un trauma cranico.
non posso fare altro che piangere e rimproverarmi di non aver tolto quelle sedie pieghevoli , appoggiate peraltro stabilmente al muro, ma le debbono aver urtate nei giochi e corse e lotte folli che ultimamente fanno ovunque... mi rimprovero perchè ci avevo pensato anche che poteva succedere, come ci si pensa ai pericoli quando si hanno bambini piccoli in giro negli appartamenti...
stamattina la buona notizia, non è morta !! si è rialzata, ma è cieca e forse resterà per sempre così, se non sopravviene qualche complicazione. non importa, non importa...
serata tremenda.
ma in certe circostanze non si può fare nulla, se non dispiacersi. e piangere.

e proprio ieri sera avevo una lezione di rock all'auditorium...dopo tutto questo. tuttavia ci sono andata ma naturalmente quando sono arrivata lì, dopo mezzora di viaggio, scopro di aver dimenticato il biglietto a casa...

ma la fortuna mi assiste !.. uno spettatore mi ha rivenduto il biglietto della sua/o amica/o che non era venuta/o....
io non lo so come si fa a vivere di meno. proprio non lo so.

4 commenti:

Maude ha detto...

Oddio Elena che cosa terribile mi dispiace tanto! Non devi rimproverarti, non si può mai prevedere che cosa combinano i gatti. Un forte abbraccio

fracatz ha detto...

non bisogna mai sottovalutare l'utilità delle sedie pieghevoli, noi le abbiamo da sempre qui in casa, belle in paglia di vienna, ormai introvabili nei negozi sovraccarichi di monnezza cinese

nellabrezza ha detto...

cinico fracatz !!

leggerevolare ha detto...

gattina fortunata!!! ...