...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 26 ottobre 2012

impapocchi

...e giusto ieri un'altra amica si è dilungata a spiegarmi come si fa ad impapocchiarli bene.
se si vuole vivere felici e contente ottenendo tutto, da loro, la specie antagonista.

considerarli sottosviluppati mentali, trattarli affettuosamente come bambini di max 5 anni di età, far finta di non sentire, non udire, tutte le loro probabili cretinate, far finta di credergli sempre, soprattutto nei depistaggi, nelle "trappoline" emotive,  cadere dalle nuvole  fingendosi un pò tonte..ma sempre contente anzi felici anzi entusiaste di averli accanto.

sì, il femminismo, la parità han fatto il loro tempo, mi ha detto. ora è tempo di esercitare il vero potere, quello femminile.

boh...

oh poi ci sono anche quelle che li adulano con i complimenti, fingono di adorarli come uomini forti e poi gli impartiscono ordini perentori, per far capire subito chi è che comanda veramente...

sì l'animo umano è veramente mendace.
finge di volere rapporti veri e autentici e poi si perde immediatamente dietro la confusione!
personalmente essere autentica e dire le cose con sincerità mi ha aiutato a perdere la persona a cui tenevo. non ce l'ha fatta a reggere la MIA forza !

18 commenti:

antonypoe ha detto...

concordo sulla conclusione. non m'interessano relazioni del genere, così superficiali. non reggono alla comprensione e neppure, in genere, al tempo. poi c'è chi si contenta. non ho nulla da obiettare, ma non fa per me. buona giornata

nellabrezza ha detto...

vedremo...per ora appare il contrario.

ma tutto può essere. l'animo umano è veramente sconosciuto. a se stessi per lo più.

nellabrezza ha detto...

hai capito antonio? voglio essere proprio chiara: per ora appare proprio il contrario di ciò che dici. per ora appare proprio che tu sia interessato più alla confusione ed all'ambiguità, che all'autenticità, nei rapporti e nelle comunicazioni !!
è proprio evidente. forse non ai tuoi occhi...ma non voglio infierire.
buona giornata ! te lo auguro di cuore, perchè ti voglio bene, molto molto bene!

UnUomo.InCammino ha detto...

Power without conrol is nothing.
Era il motto di Carl Lewis se ricordo bene poi fatto proprio dalla Pirelli.

Mantenere i rapporti tra generi sul piano del potere e dei rapporti di forza potrà avere qualche beneficio per una o entrambe le parti ma ritengo che esso sia estemporaneo; alla lunga è fallimentare, a meno che non sia fatto a mo' di gioco a livello simbolico.

pyperita ha detto...

Non penso sia giusto generalizzare. Le storie finiscono per tanti motivi, magari semplicemente perché non si è più innamorati, al di là delle spiegazioni che diamo o che riceviamo. Gli uomini non sono tutti come li descrivi, né tutte le donne, fortunatamente, usano tattiche e si comportano allo stesso modo. Sicuramente la convivenza impone di smussare alcuni angoli, di soprassedere su molte cose, ma questo perché vivere con qualcuno non è così naturale come pensiamo ed è un'opera continua di reciproco adattamento. A volte funziona, altre volte no.

nellabrezza ha detto...

è un fatto però che lo spaventoso "potere" della donna è sempre stato temuto dagli uomini...e secondo me ci ha fatto più danni che benefici, a noi donne... io, dice la mia amica, non lo sospetto neppure. infatti non lo uso. mi sembra...

no infatti pyperita, io mi limitavo ad una analisi generica e spero bene che uomini e donne assai diversi esistano !!!

antonypoe ha detto...

solo per chiarezza: è stata aggiunta una frase in fondo dopo il mio commento. questa nuova conclusione è invece ridicola

leggerevolare ha detto...

mai stata una donna così... forse avrei dovuto imparare almeno un po'...

infatti non ho mai capito un cazzo!!!

...la libertà è tutto per me e quindi anche per gli altri - niente briglie o ricatti - ma molto usano male la libertà, solo per tradire e umiliare.

nellabrezza ha detto...

non penso proprio di essere ridicola. tuttavia se lo sono, mi perdonerete...

nellabrezza ha detto...

non è stato aggiunto nulla. è stato solo espresso o esteso un concetto.

fracatz ha detto...

bèh, a volte un uomo, dopo un lungo e sottile logorio, deve ringraziare il Signore se non ci lascia le penne, non per niente le vedove sono molte di più dei vedovi.
Proprio riguardo a questo qui a velletri presso la nostra casa circondariale è in corso una revisione del contenuto dei 10 comandamenti per consentire a questi poveretti dopo tanta sofferenza di guadambiarsi almeno la vita eterna.
pace e bene

nellabrezza ha detto...

beh se dio e il direttore della casa circondariale sono maschi ...siete a cavallo!

Renata_ontanoverde ha detto...

Anch'io son passata per "cattiva" quando con mio marito non ho usato le "arti femminili" di seduzione psicologica che le strategie di circonvenzione d'incapace fa fare all'uomo di tutto e di più.
Pane al pane e vino al vino!
Sincera fino in fondo! Come il vino buono!

antonypoe ha detto...

non ho mai detto che sei ridicola. ho scritto che è ridicola la conclusione aggiunta. poi ho anche un senso dell'umorismo particolare. ma in questo caso facevo dell'ironia. se si considerano le relazioni come contrapposizioni e rapporti di forza, alla stregua di quando da bambini si giocava. ciao

nellabrezza ha detto...

ma se tu sei il primo a voler contrapporti sempre e sempre !!
a non esser mai d'accordo con nessuno, per principio, contraddicendoti continuamente !
tu sei una persona che ha fatto del suo contrapporsi sempre e comunque, anche contro ogni logica ed ogni razionalità, il suo stile di vita ed il suo credo !!

perchè non ti interessa nulla, e tutto te lo giochi sempre, come fossi ancora un bambino.

padronissimo.

antonypoe ha detto...

questo è l'ennesimo fraintendimento, dal mio punto di vista: non mi contrappongo ma scelgo, faccio, molto spesso, scelte diverse. per me c'è spazio per tutti e non pretendo nulla: ciascuno libero di seguire la propria strada

nellabrezza ha detto...

non è affatto un fraintendimento. tu ti contrapponi con me, e non ti contrapponi con altre persone, con cui evidentemente stai meglio, che ti piacciono e con cui ti trovi in miglior sintonia. non capisco perchè questa cosa così evidente tu continui a volerla interpretare in altro modo. tu stai con le persone che scegli, con cui stai bene, così bene che non ti viene in mente neanche un momento di contrapporti a loro, neppure con una piccola obiezione. credimi sei anche troppo acquiescente e passivo con loro. ma se quella è la tua strada, padronissimo.
tu hai scelto così. buon proseguimento ! e lasciami in pace.

antonypoe ha detto...

a me basta dirlo una volta. ciao