...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 26 ottobre 2012

counteract

Mi ha dato il senso del significato “altro” di parole e di concetti, e di azioni.
Questa io la considero una forma espressiva di altissima intelligenza.
Mi ha fatto capire quanto a sproposito spesso usiamo termini di uso comune,  senza conoscerne il vero senso.
 Di conseguenza come le azioni  che ne risultano appaiono controverse… o non raggiungono  l’obiettivo che ci si prefiggeva.
Queste analisi condotte con una cura maniacale, al pari di una autopsia linguistica, ci hanno condotto su strade difficili da percorrere…tuttavia  è stato un piacere , un gran piacere reciproco condividerle.
Mi ha dato il piacere intellettuale unito a quello fisico. Un paradiso in terra. Ho camminato spesso a  dieci cm da terra, quando ero con lui.
Spesso se non sempre.  Era la sua sola presenza, lo sguardo dei suoi occhi, il tocco delle sue mani ad esaltarmi .
E forse il mio delirio l’ha troppo inebriato, così ha dovuto farmi ridiscendere sulla terra bruscamente, un po’ troppo bruscamente direi. Chè io sono tenace nella mia idea che ho di me…E farmi travolgere dai sentimenti mi ha dato sempre angoscia.
Mi ha fatto capire, e comprendere,  le mie concezioni e percezioni. Riconoscere le vere cose importanti di cui dovremmo sentire la mancanza… difficili da individuare.
Mi ha fatto sentire l’enorme bellezza di arrivare all’essenza, più che all’essenziale.
Mi ha dato anche la concreta percezione di quanto gli ho dato io, in uno scambio bellissimo.
E di quanto possa essere duro guardarsi dentro con sincerità.
E che non si deve essere sempre spietatamente veri e sinceri. Non è affrontabile così tanto così fino in fondo. Non tutti ce la fanno insomma. La verità che ha tanto invocato infatti lui ora non la regge, non la può nemmeno ascoltare..

Mi ha fatto capire quanto sia importante essere egoista. E la necessità di esserlo.

Mi ha fatto toccare con mano il dolore immenso di perdere in un soffio tutte le cose belle conquistate per ...fortuna, per caso, per privilegio... ogni volta che mi ha portato nel paradiso, poi dopo, piangendo le sue infinite lacrime di coccodrillo per il dolore che mi stava arrecando, mi ha scagliato senza pietà giù nel purgatorio...là dove nulla ha più gusto.
E sono motivi perchè una relazione così interessante possa finire...
Come se avesse  ha cresciuto in sè il seme di ciò che l'ha divorata.

11 commenti:

Maude ha detto...

la sincerità assoluta e spietata secondo me non è di questo mondo.
Ps bello sfondo!

Linda ha detto...

C'è gente che si parla addosso e che sa modella le parole a proprio piacimento, piegandole fino a renderle mute e senza vita. Le parole non sono niente, se non c'è una vita che le supporta. E le persone che sanno solo parlare, senza vivere, sono persone senza anima.

Mi chiedo perché se ne rimanga ancora affascinati. Un po' come amare una maschera dietro cui c'è il NULLA.

nellabrezza ha detto...

oh finalmente qualcuno che ha notato il nuovo leggerissimo sfondo !!

nellabrezza ha detto...

eppure c'è un uomo, ed una vita ! e c'era l'infinito insieme! sembrava lì a portata di mano, ed era un infinito meraviglioso...poi non so come, cioè non capisco le vere ragioni per cui s'è inceppato tutto. tutto si è chiuso... il resto sono stati eroici tentativi di resistenza.

antonypoe ha detto...

non m'inebrio. anche quando vivo, molto intensamente, le relazioni.
la sincerità non è mai spietata: è fondamentale.
le ragioni le conosciamo da sempre, fin dall'inizio: non è stato fatto un passo avanti in questo senso. ciao

Sara ha detto...

Uhm...bello lo sfondo! :-)
Capisco cosa tu possa provare, ma...davvero non avevi compreso?
Mi sembra molto strano!
Tuttavia io non perderei più molto tempo, il tempo è prezioso,... o meglio, si può raccontare ciò che ci avanza... proprio come fanno in tanti, e magari con un pizzico di ironia ben nascosta per sorridere un pò!
buon fine settimana Ele e mai perdere il tuo dolce sorriso!
Infondo sono quasi convinta che sei una persona fortunata!

UnUomo.InCammino ha detto...

Egli chi è?
Lo psico? un amante? un amico? il tuo compagno? un maestro?

nellabrezza ha detto...

Sara non so di dove sei... Io ho creduto tutto fino a chè alle mie domande precise ha risposto con le classiche stronzate sull'altra...che si era inventata tutto, che lo confondeva con un altro, che non era il tipo giusto per lui poichè sbroccava facile...le classiche banalissime risposte che si danno in quei casi. Io voglio risposte vere e chiare, non cazzate, ci ho creduto troppo alle cazzate finora !
Hai tutta la mia comprensione.

Sara ha detto...

se è quella persona che dico io. lui è sempre stato gentile con me! Ele mi ha salvato la vita...non posso dire come..io.. volevo farla finita e l'avrei fatto!
Se è la persona (non credo) che dico io avrebbe potuto davvero farmi del male. ma ha compreso, senza mai chiedere nulla. Mai!
Un bacio! :)

nellabrezza ha detto...

Sara, non so, non credo che stiamo parlando mo della stessa persona... io non conosco nessuna delle persone che scrivono da te.
E solo un mese fa non conoscevo affatto neppure il tuo blog.

Se quella persona ti ha salvato la vita è una persona bella allora, e buona.. sono contenta per te! è una bella cosa per te.

nellabrezza ha detto...

Cioè conosco una sola persona che scrive da te. E la conosco molto molto bene, da anni, di persona.
E non mi ha detto di averti salvato...