...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


giovedì 24 maggio 2012

tirch al maschile

mi sa che noi donne ci siamo sempre dovute ingegnare per spenderglieli, quei soldacci che possedevano. quando li possedevano solo loro. perciò la tirchieria è soprattutto maschile. e quando è femminile è solo acquisita. nel senso che l'abbiamo dovuta imparare, stando, amando, uomini tirchissimi ! per non farli preoccupare troppo, lavorare troppo.

7 commenti:

stefanover ha detto...

ah... il quadro è un particolare di un dipinto del pittore divisionista Segantini... o mi sbaglio ???

Soldi ?? quali soldi ???

:-))

nellabrezza ha detto...

ah ah stefano!! ti sbagli ti sbagli!!! questo è il grande rembrandt !! ti sento piuttosto digiuno eh??

nellabrezza ha detto...

digiuno d'arte...


soldi sono quelle cose di cui si farebbe volentieri a meno, ma per cui, ahimè, tutto scorre. male, al contrario.

Maude Chardin ha detto...

Anche io ho incontrato più uomini tirchi nella mia vita!

nellabrezza ha detto...

cara maude...è un classico. a qualsiasi età ! a prescindere dallo stato sociale, e dalla cultura. una dannazione.
mi conforta che non sono la sola a trovarli tutti così !!!

leggerevolare ha detto...

penso che la tirchieria è maschile perchè storicamente gli uomini hanno sempre preso e le donne dato

nellabrezza ha detto...

macchè significa "storicamente"??...
ha lo stesso valore di "psicologicamente" e non spiega il motivo !