...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


martedì 14 febbraio 2012

grecia

 11 milioni di persone ridotte in schiavitù dall'asse franco-tedesco, i cui sistemi bancari detengono rispettivamente 47,9 e 18,6 miliardi di dollari di debito greco. Le pretese che la troika Bce-Fmi-Ue, per mano del suo fantoccio Papademos, ha fatto approvare sono da bollettino di guerra. Drastica deregulation del mercato del lavoro. Una diminuzione di oltre il 20% del salario minimo garantito. 150mila lavoratori licenziati, di cui 15mila subito. Taglio netto delle pensioni. Drastica economia di spesa, soprattutto sui farmaci, sugli ospedali e sulle autonomie locali. Vendita delle quote pubbliche in petrolio, gas, acqua e lotteria.

  Fame nera. In cambio di cosa? Di 130 milardi di aiuti e di una rinegoziazione del debito con le banche estere del 70% in meno. Siamo sicuri che siano aiuti? Il debito pubblico greco ammonta a 365,6 miliardi di euro. Con l'abbattimento dei crediti bancari potrebbe scendere a 265. Con i 130 miliardi di prestiti (+ 15 salva banche) correrebbe nuovamente verso i 400. Nuovo debito per dare l'illusione di liberarsi di quello vecchio.

 E intanto i creditori continuano a fare affari. Nel 2012 la spesa militare ellenica ammonterà a 7 miliardi di euro. La gente è disperata ma si dilapideranno 7mila mlioni di euro. A vantaggio di chi? Ma della Merkel e di Sarkozy, naturalmente. Armi vecchie, di seconda mano, in cambio di nuovo debito.

 La Grecia è ormai ridotta ad area periferica di sfruttamento, estrazione e colonizzazione. E indovinate chi si era opposto? Papandreou. Quello che aveva anche osato parlare di referendum. Quello subito rimosso e sostituito dal banchiere della Commissione Trilaterale, amico di Monti, che a sua volta sta facendo più o meno le stesse cose qui da noi.

Italiani: che aria tira, lì, sul pero? Fa un bel fresco?
(Marco Nese http://www.byoblu.com/post/2012/02/13/Armi-alla-Grecia-in-cambio-degli-aiuti.aspx)

3 commenti:

antonypoe ha detto...

erano già schiave prima quelle persone. quasi tutti sono schiavi in questo sistema. ma schiavi volontari, anche se forse non tanto consapevoli e con molte gradazioni

leggerevolare ha detto...

devono rientrare i soldi nelle buste paga della classe media(povera) e bisogna tassare solo i ricchi
elementare

nellabrezza ha detto...

in effetti per molti c'è la schiavitù di comperare...però per alcuni anche vivere bene, o decentemente, diventerà arduo. e allora bisogna fare qualche livellamento. che le classi dirigenti di ora non accetteranno mai.... penso che ci aspetta di combattere.