...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


venerdì 30 dicembre 2011

imperdibili foto di steve mc curry, alla pelanda, macro di testaccio...

...Questa era di un rosso, anzi di tanti rossi incredibili, caldissimi rossi...invece nella foto, anzi nelle foto, il verde ha preso stranamente il sopravvento ! questa è la migliore, ma le abbiamo fatte con i cellulari...
Questa mostra di foto è imperdibile. In primis per le tante foto belle ed interessanti, che costituiscono un vero giro del mondo, infatti l'autore ha passato viaggiando la maggior parte della sua vita, prestigioso fotografo della rivista National Geographic.
Moltissimi i ritratti di bambini, intensissimi, sguardi che ti catturano per sempre, cresciuti troppo in fretta,  impegnati nei giochi, nell'istruzione religiosa o (ahimè) militaresca... ma soprattutto nel lavoro, lavoro duro e pesante, ineluttabile destino per i bambini di questi paesi. Paesaggi bellissimi dai colori incredibili, che ti aprono la mente attraverso visioni di mondi molto lontani e diversi dal nostro. Non si può che rimanere affascinati e spesso a bocca aperta. Un vero godimento.
E come secondo motivo il geniale allestimento che centuplica le superfici espositive di un ambiente pur vastissimo: attraverso la costruzione di tante piccole "astronavi" con delle strisce rigide e larghe di plastica sono stati creati decine di ambienti tondi come delle grandissime sfere cave, all'interno delle quali sono state montate una decina di foto, e dentro cui i visitatori passeggiano ammirando.
Vedere per credere. Al Macro Testaccio di Roma (perchè ce n'è un altro a Via Reggio Emilia) fino a...boh? vedete sul sito! (poi la Pelanda merita una visita di per sè, ma quando non ci sono mostre, è un luogo abbastanza inquietante, per destinazione d'uso originaria, da cui l'originalità unica!)

Grazie ad F. per la gentile concessione della foto.

2 commenti:

redcats ha detto...

Me ne hanno parlato di questa mostra, forse ci andrò! redcats

nellabrezza ha detto...

se ti piace la fotografia, e anche se non ti piace ma ti piacciono i resoconti di viaggio, e se ti piace il documentarismo e se ti piace sognare e se ti piace guardare il mondo con occhi realistici...beh per tutti questi motivi la mostra è da non perdere.