...

"Non possedere
qualcosa che si desidera

è parte essenziale della felicità"


mercoledì 22 febbraio 2017

corso

Il corso si articola non solo in lezioni di scrittura cinematografica e letteraria...evolve inevitabilmente in una seduta di pseudo-psicoterapia di gruppo.
Iniziano ad emergere personalità distinte, e le stesse modalità attraverso cui si rendono evidenti, le modalità scelte corrispondono a diverse personalità e modi di approcciarsi, di relazionarsi...
E' inevitabile che ci si scopra all'osservazione attenta di tanti piccoli particolari che denotano le diversità, nell'omogeneità...perchè si tratta quasi esclusivamente di donne, le partecipanti, di una certa età, mature insomma, con una cultura medio-alta, spesso docenti...forse in un ritorno, in momento meno concitato della vita, a quelle poesie e quei racconti visitati per dovere.

Osservo con curiosità  talvolta annoiandomi..i ritmi sono lenti. Ma giustamente è così che si può
approfondire la conoscenza.

martedì 21 febbraio 2017

Dopo i 14

Dopo i 14 km mi viene, il giorno dopo, un pochino di mal di schiena.

Sarà l'età o lo scarso allenamento...


giovedì 9 febbraio 2017

Keats J.

«Una cosa bella è una gioia per sempre:
Si accresce il suo fascino e mai nel nulla
Si perderà; sempre per noi sarà
Rifugio quieto e sonno pieno di sogni
Dolci, e tranquillo respiro e salvezza»
— estratto di Endymion

mercoledì 8 febbraio 2017

Stella splendente

Un bellissimo film che avevo perso, al tempo in cui è uscito. Bright Star.
Una regista pregevolissima e speciale, Jane Champion.
Un poeta romantico d'eccezione, sepolto proprio qui vicino, nel cimitero acattolico, John Keats.

Il primo film da analizzare al corso di cinema.
La prima visione, che finisce con un gran pianto.
Eccellente prova dell'attrice, eccellente prova della regista, che ci conduce per mano,
piano piano delicatamente nei recessi della nostra anima. Fino a farci respirare con i
due protagonisti.

Mi spiacerebbe perdere le lezioni successive del corso.
Che dono meraviglioso a costo zero.
La vita è anche costellata di meraviglie !!!


lunedì 6 febbraio 2017

Tu parlavi una lingua meravigliosa 2

La poesia del post precedente è una canzone, o meglio un componimento del poeta i cui testi Lucio Dalla musicò, e trasformò in canzoni indimenticabili.


Due emiliani entrambi. Di gran passione artistica e politica direi.
Grande Roversi !!
Questa in particolare mi piace per quell'aura di malinconia che

tutta la pervade e che infonde all'anima...
un incontro di due persone che si sono amate in un altro tempo,
in gioventù, e che si sono poi perdute...
un incontro che non si realizza neppure ma che consola il cuore in qualche modo.

Nella dolce malinconia di una stazioncina della pianura padana in inverno.. 
un paesaggio indimenticabile per me e di cui ho nostalgie.